Renzi Sede 140613131802
DIVORZIO TELEVISIVO 4 Luglio Lug 2014 2104 04 luglio 2014

La Rai: «Con Floris nessun problema editoriale»

«È pronto il rinnovo del contratto alle condizioni che conosce».

  • ...

La sede romana della Rai di Viale Mazzini.

Nel momento dell'addio non si sono capiti. Giovanni Floris ha lasciato la Rai per «idee troppo diverse», ha spiegato. Ma da Viale Mazzini hanno replicato smentendo il conduttore: «Nessun problema editoriale con lui. L'azienda è pronta a rinnovare il contratto alle condizioni economiche che conosce».
SCELTE EDITORIALI DIVERSE. Insomma, due versioni distanti. Di certo c'è che il conduttore avrebbe voluto più spazio in Rai e per questo ha chiesto all'azienda di inserire nel nuovo contratto, oltre alla conduzione di Ballarò, anche la realizzazione di una striscia quotidiana di 10 minuti, sul modello de Il Fatto di Enzo Biagi, eventualmente anche su RaiUno. La proposta era di realizzare 100 puntate al prezzo simbolico di 1 euro l'una per un anno, con la clausola che al raggiungimento di determinati risultati di share l'azienda avrebbe messo mano al portafogli a partire dal secondo anno. Il direttore generale Luigi Gubitosi, pur aprendo alla realizzazione della striscia su RaiTre, ha rifiutato la clausola, temendo che un incremento del compenso (un milione e 800 mila euro per tre anni) provocasse la reazione di chi aveva subito tagli di stipendio nella sua gestione.
BERLINGUER O GRECO PER IL DOPO-FLORIS. Ora l'incognita riguarda la conduzione di Ballarò, che resta in palinsesto il martedì su RaiTre fino alla mezzanotte: il direttore di RaiTre, Andrea Vianello, è al lavoro sul sostituto di Floris, assieme a Gubitosi. In lizza c'è Bianca Berlinguer e pare che lo stesso Vianello vorrebbe cimentarsi nell'avventura, ma un freno all'ipotesi arriva dalla regola dell'incompatibilità tra conduzione e direzione imposta da Gubitosi. In Rai danno in pole il conduttore di Agorà Gerardo Greco, ma c'è chi caldeggia l'arrivo di un esterno: circolano i nomi di Lilli Gruber e Corrado Formigli, ma anche quello di Gianluca Semprini di Sky.

Correlati

Potresti esserti perso