Pier Silvio Berlusconi 140429125136
PAY TIVÙ 7 Luglio Lug 2014 0900 07 luglio 2014

Mediaset, a Telefonica l'11% di Premium

Investimento da 100 mln di euro.

  • ...

Il vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi.

Mediaset Premium apre all'ingresso di soci internazionali. In una nota diffusa dalla società viene specificato che Telefonica sta per acquistare l'11,1% delle attività di Premium con un investimento di 100 milioni di euro che riflette un equity value di 900 milioni di euro della società di nuova costituzione nella quale le attività pay di Mediaset verranno conferite.
La partnership ha immediatamente prodotto il suo effetto positivo sul titolo in Borsa.
Mediaset ha rilevato inoltre che «questa partnership segna un'importante alleanza tra Mediaset e Telefonica per prossime collaborazioni nelle rispettive attività pay in termini di tecnologia, know how e contenuti».
«APERTURA A PARTNER INTERNAZIONALI». L'ingresso in Premium di un partner di rilievo come Telefonica, ha spiegato ancora la nota, avvia il processo di apertura della pay tivù italiana a ulteriori partner internazionali in una logica di sviluppo delle attività di produzione e distribuzione di contenuti su tutte le piattaforme a pagamento.
PIER SILVIO BERLUSCONI: «NOI COLOSSI? VOLEVANO SPAZZARCI VIA». Dell'apertura al mercato dell'interesse per un'alleanza con la spagnola Telefonica ha parlato il vicepresidente di Mediaset Premium, Pier Silvio Berlusconi, in una intervista al Corriere della Sera e dell'interesse per un'alleanza con la spagnola Telefonica: «Spesso noi veniamo vissuti come colossi prepotenti perché il nostro fondatore, Silvio Berlusconi, è stato capo del governo in Italia. In realtà i colossi non siamo noi. Anzi, siamo stati costretti a difenderci da un attacco che voleva spazzarci via, come dimostra la vicenda dei diritti della serie A».
«A TELEFONICA FORNIREMO CANALI, CONTENUTI E PUBBLICITÀ». Pier Silvio ha poi chiarito che «i 400 milioni di perdite dei quali ogni tanto si legge sono in realtà gli investimenti» su Mediaset Premium. Alla pay tivù spagnola l'azienda fornirà «contenuti, canali, oltre a gestire la raccolta pubblicitaria».
Poi il figlio del Cav ha spiegato anche che non avrebbe dato 4 milioni per tre anni a Giovanni Floris e che «non ho nemmeno capito perché vada a La7 dove si troverà a competere con Formigli, Santoro, Paragone, Mentana».
«VORREI INCONTRARE RENZI». Dopo l'elogio pubblico al premier di qualche giorno prima Pier Silvio Berlusconi ha poi espresso nella stessa intervista il desiderio di incontrare Matteo Renzi
«Quello che continuo a pensare è che Renzi abbia ottime capacità di comunicazione, e che questa non sia solo apparenza ma sostanza. Si è impegnato a fare le riforme, dipende da come e se le farà, ma è normale che un imprenditore e manager come me faccia il tifo».
Il vicepresidente di Mediaset ha chiarito però che più che di endorsement verso il premier preferisce parlare di «realismo di chi dice che se non si riesce a dare una scossa ai consumi e all'economia entro dicembre, questo Paese non avrà grandi speranze». «Se non ci riesce un premier giovane e con qualità che alle ultime elezioni europee ha ricevuto un consenso dal 40,8% degli elettori, sarà un fallimento per lui ma soprattutto per l'Italia», ha aggiunto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso