Mondadori 130320213858
EDITORIA 18 Settembre Set 2014 1730 18 settembre 2014

Grazia: Silvia Grilli senza più vertici

Il settimanale della Mondadori soffre. Troppe assenze in redazione. E nessun rimpiazzo.

  • ...

Le sede di Mondadori a Segrate, Milano.

Grazia ha perso la testa. Il settimanale della Mondadori diretto da Silvia Grilli è ormai privo di tutta la prima linea della redazione. Via un mese per malattia il vice direttore Giovanni Volpi (si dice dopo una furibonda lite con la direttora). Via pure il caporedattore centrale Tiziana Cassarino (in malattia, anche lei per un mese).
Due buchi che vanno ad aggiungersi alle altre voragini nel personale. Come quella lasciata all’inizio dell’estate dalle dimissioni del caporedattore grafico Antonella Ragazzi per la quale si sta cercando invano un rimpiazzo, visto che nessuno all’interno della casa editrice di Segrate è disponibile a passare a Grazia.
MODA PRIVA DI UNA TESTA. Introvabile, nonostante colloqui e contatti al di fuori dell’azienda, anche un vice direttore Moda, incarico fondamentale in un femminile che per anni ha dettato lo stile delle donne italiane.
Tuttavia anche questa posizione strategica è vacante da quasi due anni, cioè da quando Silvia Motta, l’allora condirettore Moda, è stata dimissionata nel dicembre 2012 insieme con l’altro condirettore, Nicoletta Polla-Mattiot, per l’arrivo al vertice di Grilli al posto di Vera Montanari.
NIENTE PIÙ SOSTITUZIONI. Nessun rimpiazzo nemmeno per il caporedattore attualità, Enzo Genghini, spostato a Sorrisi nel marzo scorso.
Così come nessuna sostituzione è stata concessa a Grilli per una giornalista dell’Attualità e una dell’Ufficio grafico, entrate in maternità.
L’organico ridotto costringe spesso la redazione ad effettuare ore di lavoro in più (non pagate perché la procedura della solidarietà, in corso alla Mondadori, vieta il ricorso agli straordinari) e a far saltare, spostandolo, il giorno di riposo aggiuntivo settimanale legato alla solidarietà.

Correlati

Potresti esserti perso