Gruber Floris 140923110423
SCONTRO 23 Settembre Set 2014 1115 23 settembre 2014

Gruber-Floris, Piroso su Twitter aveva previsto la staffetta

A luglio l'ex direttore del 'TgLa7' aveva cinguettato: «LilliGruberStaiSerena».

  • ...

Lilli Gruber e Giovanni Floris.

Ufficiamente Lilli Gruber «sta male», come ha spiegato il direttore del TgLa7 Enrico Mentana. E a «causa del protrarsi della sua malattia», ha precisato un comunicato della rete di Urbano Cairo, il posto della giornalista a Otto e mezzo è finito nelle mani di Giovanni Floris, che nel frattempo ha accantonato la conduzione di DiciannovEquaranta.
La sostituzione ha sollevato polemiche. Ma in tempi non sospetti c'è chi, come Antonello Piroso, aveva addirittura già previsto tutto. Seppure con un messaggio degno della pizia di Delfi, i cui oracoli - sempre veritieri - erano sempre piuttosto oscuri da decifrare.
PIROSO IL VEGGENTE. Il 3 luglio, infatti, il giornalista ex volto di La7, si era fatto tentare dalla chiaroveggenza, arrivando a predire la futura staffetta Gruber-Floris: all'epoca, però, c'erano solo rumors sul cambio di rete del conduttore di Ballarò, la cui ufficilità è arrivata il 10 luglio, e il cinguettio era passato quasi inosservato perdendosi nella Rete.
«Floris a La7: #lilliGruberStaiSerena», scrisse Piroso, rifacendosi a quell'hashtag coniato dal premier Matteo Renzi quando ancora tentava di rassicurare il presidente del Consiglio Enrico Letta sul suo disinteresse per Palazzo Chigi.
FLORIS COME RENZI. Quindi aggiunse: «Questo tweet lo capirete più avanti».
Poi l'ex rottamatore, alla faccia dell'ormai famoso #EnricoStaiSereno in inverno s'è preso il governo. E sul finire dell'estete a La7 è andata in onda il cambio Gruber-Floris, rendendo meno oscuro il messaggio di Piroso, che contattato da Lettera43.it ha declinato l'invito a chiarire la sue doti di chiaroveggente.

L'OMBRA DI CASCHETTO. Nonostante Mentana abbia provato a mettere a tacere le polemiche, parlando di «dietrologie sgradevoli» e ribadendo che si tratta di un «problema di salute» della giornalista, e Cairo abbia precisato che l'arrivo di Floris è stato preso «in pieno accordo con Gruber, che tornerà quanto prima alla guida del suo programma», il tweet estivo di Piroso ha sollevato qualche sospetto anche sul ruolo nella vicenda di Beppe Caschetto, il manager dei vip.
Il giornalista, che s'era già tolto qualche sassolino quando nel 2010 definì «una manovra di palazzo» la sua sostituzione alla direzione del TgLa7, non aveva esitato a tirare in ballo il gran burattinaio del passaggio di Floris da RaiTre a La7. Lasciando intendere che il passaggio di consegne a Otto e mezzo fosse in realtà già stato deciso a tavolino.
PRESTA BACCHETTA LA7. Proprio in tema di manager dei vip, sempre su Twitter, ma questa volta in tempi non più sospetti, martedì 23 settembre Lucio Presta ha detto la sua sul caso.
«Spero che La7 non sprechi il capitale umano e professionale che ha», ha cinguettato dal suo account Ellepi_one, il noto 'arcinemico' di Caschetto. «Scelte folli stanno cambiando la percezione del pubblico. Che si ravveda!».

PROTESTA DI GRUBER. Che l'arrivo dell'ex di Ballarò sulla stessa rete avesse preoccupato da subito Gruber, tuttavia, lo ha anche spifferato Il Foglio di Giuliano Ferrara qualche tempo dopo Piroso.
Appreso del forfait della giornalista da Otto e mezzo lunedì 15 settembre (ufficialmente per afonia), il quotidiano ha pubblicato una lettera in cui è stato scritto che «Lilli non è andata in onda per protesta contro l'invadenza di Floris». Anche se poi lo stesso Ferrara, martedì 23 settembre, ha chiesto scusa per i «pettegolezzi (comprensibili) che avevano circondato la rinuncia» della giornalista.
L'OSPITE SCIPPATO. D'altra parte, Gruber, proprio quel giorno, s'era vista scippare l'ospite dall'ultimo arrivato: il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini era stata invitata a Otto e mezzo, ma era apparsa nello studio di DiciannovEquaranta, che, precedendo di un'oretta l'altro talk show della rete, aveva bruciato l'esclusiva.
TAGLI PER GRUBER. Ma non è finita qui. Perché sempre «l'uccellino bene informato» de Il Foglio ha spiegato che la giornalista ha sottolineato «la dabbenaggine di aver chiamato il programma di Floris DiciannovEquaranta, ricalcando in maniera pigra e ripetitiva il modulo di Otto e mezzo».
Dietro le tensioni, poi, ci sarebbe pure il nervosismo, secondo alcuni, di Gruber - fonti la danno vicina al ritorno in Rai - in merito ai tagli che La7 ha fatto al budget del suo programma. Anche se poi la rete di Cairo ha trovato addiritttura 4 milioni di euro per il contratto di Floris. Che sebbene in fatto di ascolti ha già perso la sfida diretta con Ballarò - il suo diMartedì s'è fermato a 3,5% di share contro l'11,8% del programma condotto da Massimo Giannini - è finito a condurre Otto e mezzo (il cui share si aggira intorno al 4%). Proprio come prevedeva Piroso.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso