Movimento 140929134549
INIZIATIVE 29 Settembre Set 2014 1342 29 settembre 2014

M5s, a Portici nasce il giornale Movimento

Il web non basta. Alcuni attivisti danno alle stampe un volantino-quotidiano.

  • ...

La prima pagina de Il Movimento.

Il Movimento 5 stelle esce dal blog. Se la Rete è ancora l’habitat privilegiato dei pentastellati, tra gli attivisti c’è chi non è più convinto che basti. E torna al passato, affidandosi al cartaceo, con un foglio un po’ più grande di un formato A2, piegato a metà: quattro facciate piene di articoli che affrontano questioni di interesse nazionale e spiegano le iniziative portate avanti in parlamento, a Roma e a Bruxelles.
A METÀ TRA VOLANTINO E QUOTIDIANO. È gratuito, si chiama Il Movimento, ma è stato soprannominato il Volantone, perché a metà tra uin quotidiano e un volantino informativo. Ha pure con una redazione e una rete di referenti attualmente presenti in 18 regioni italiane e 120 comuni. Ovviamente, ha un sito web (http://www.ilmovimentodeicittadini.it), una pagina Facebook, un profilo Google Plus e un profilo Twitter.
SIMBOLO M5S RIMOSSO. Non è un’iniziativa ufficiale del M5s, tanto che il simbolo, presente nelle prime stampate dei mesi scorsi per favorire la riconoscibilità, è stato rimosso così da non incappare in eventuali ire di Grillo e Casaleggio. Ma gli attivisti convinti sono andati avanti col progetto.
«Esiste perché è necessario andare oltre internet, ma con la logica della Rete», è la presentazione del Volantone sul sito. «Perché non crediamo a una società fatta di persone che passano ore dietro a un Pc a parlare e decidere. Oltre internet, ma con la logica della Rete, perché crediamo in una società collaborativa dove le intelligenze vengono messe a disposizione di tutti e dove tutti possono accedervi».
QUARTIER GENERALE A PORTICI. L’iniziativa è stata presentata a inizio settembre, anche se in realtà esisteva già a livello locale: partito dalla Campania, da Portici precisamente, circa un anno fa, il Volantone ha via via attirato l’attenzione di altri gruppi di attivisti pentastellati fino ad assumere la dimensione nazionale. Quello appena stampato, che partirà per la distribuzione in questi giorni, è il primo della nuova era.
«Ci siamo resi conto che le informazioni sul Movimento 5 stelle, le azioni portate avanti, su internet girano molto bene, chi si vuole informare trova materiale in abbondanza», ha spiegato nell’hangout di presentazione del progetto uno degli attivisti promotori, Marco Cuomo.
INIZIATIVA RIVOLTA AGLI ANZIANI. «Se è vero che nessuno deve rimanere indietro questo vale anche per l’informazione. Quindi abbiamo pensato a un mezzo per raggiungere anche chi si informa prevalentemente attraverso tivù e giornali, soprattutto la fascia di età più anziana, e creare uno strumento di informazione cartaceo da far girare sui banchetti, e tra gli attivisti». Partiti più o meno un anno fa da un piccolo gruppo che ha autofinanziato il progetto, sono state stampate le prime copie dei volantini - simil tabloid, rigorosamente a colori così da attirare maggiormente l’attenzione. «Abbiamo iniziato a coinvolgere un po’ tutta la Campania, cercando di migliorare l’organizzazione del gruppo di lavoro. Così siamo riusciti a convincere altre regioni».
L’ultima uscita, quella estiva, è stata stampata in 60 mila copie: 40 mila sono state distribuite in Campania, 20 mila in altre sei regioni.
RIUNIONI DI REDAZIONE IN STREAMING. Ma come funziona la redazione? I gruppi locali possono proporsi di partecipare indicando un proprio referente alla redazione, che diviene parte attiva dell’organizzazione del progetto. E possono promuovere argomenti, di carattere nazionale o locale purché di interesse più ampio.
I temi sono poi sottoposti a un sondaggio all'interno del gruppo, cui possono partecipare gli attivisti. Per la preparazione di ogni uscita - non si tratta di “numeri” veri e propri, visto che non c’è periodicità - viene organizzata un’assemblea di redazione che fisicamente si tiene a Portici, ma viene trasmessa in diretta streaming ai gruppi di lavoro.
In questo modo si individua la prima pagina del Volantone. Poi si decidono taglio e titolo di ciascun articolo. A quel punto i referenti nazionali possono proporsi per scrivere.
LA GESTIONE DEI COSTI. Per la gestione dei costi, è stata creata un’associazione - Il Movimento dei Cittadini - in grado di ricevere le donazioni degli attivisti e dei gruppi che vogliano ricevere il foglio. La quota minima è di 10 euro, che corrispondono a circa 200 copie, numero variabile in base alla tiratura, al tipo di carta scelta e così via.
«Ormai abbiamo capito che i nostri comunicati vengono cestinati, e che l’informazione è distorta», spiegano ancora i promotori. «Per questo abbiamo deciso di creare uno strumento di informazione nostro, con cui avvicinare le persone per spiegare loro con calma e moderazione cosa facciamo davvero».

Correlati

Potresti esserti perso