Google Pedopornografia 131118102242
EDITORIA 1 Ottobre Ott 2014 1725 01 ottobre 2014

Google penalizza 200 media tedeschi

Niente immagini e descrizioni degli articoli sul motore di ricerca.

  • ...

Google, il motore di ricerca più utilizzato al mondo.

In pieno braccio di ferro con numerosi editori della stampa, Google ha annunciato l'intenzione di penalizzare oltre 200 media tedeschi. Dal 9 ottobre è previsto che il motore di ricerca faccia apparire solamente il titolo dei loro articoli, senza immagine né descrizioni che possano valorrizarne il contenuto.
Lo ha annunciato il numero 1 di Google Germania, Philipp Justus. «Non mostereremo più le snippets (prime righe dell'articolo) né le thumbnails (immagini in miniatura) di siti come Bild.de, Bunte.de o Hoerzu.de, e di ciascun editore che è rappresentato da Vg media», è precisato nel testo.
QUESTIONE DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE. Vg media è una coalizione formata da numerosi editori tedeschi con l'obiettivo di far rispettare i loro diritti di proprietà intellettuale. Comprende gli editori Axel Springer, Burda, Madsack ou Funke. Axel Springer è proprietario della Bild, il quotidiano più letto d'Europa, e di Die Welt. In totale 170 siti di giornali saranno coinvolti, oltre a 20 siti della televisione e 59 siti di radio.
CHIESTA UNA REMUNERAZIONE PER L'USO DEGLI ARTICOLI. A giugno Vg Media ha protestato contro Google e altri motori di ricerca per il mancato rispetto dei diritti di proprietà intellettuale. La legge tedesca, del maggio 2013, prevede infatti che solo «dei piccoli estratti di testo» possano essere utilizzati gratuitamente. E ha chiesto una remunerazione per l'utilizzo dei loro incipit e delle loro foto nei motori di ricerca. Altri motori hanno avuto una reazione persino più radicale di Google, semplicemente eliminando i siti di Vg media dal loro algoritmo, tra loro T-Online (il motore di proprietà di Deutsche Telekom) che non mostra più risultati di ricerca dei quotidiani Bild e Die Welt.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso