York Times 140127190707
CRISI EDITORIA 1 Ottobre Ott 2014 1638 01 ottobre 2014

New York Times, a casa 100 giornalisti

Tagli per il 7,5% della redazione, chiusa l'app Nty Opinion. «Una scelta obbligata».

  • ...

Copie cartacee del New York Times.

La crisi dell'editoria non risparmia neanche il New York Times. Il quotidiano più diffuso negli Stati Uniti ha deciso di mandare a casa 100 giornalisti, pari al 7,5% del suo corpo redazionale, e diversi membri del personale amministrativo.
RISCHIO LICENZIAMENTI. Il quotidiano ha esortato i giornalisti della testata ad accettare prepensionamenti e incentivi all'esodo, ma l'editore Arthur Sulzberger e l'amministratore delegato Mark Thompson hanno annunciato che, qualora il numero sufficiente di 'volontari' non fosse abbastanza, sarebbero obbligati a far ricorso a dei licenziamenti.
Nella nuova ristrutturazione è prevista anche la chiusura di Nyt Opinion, un'app di recente creazione, che però non ha attirato sufficienti abbonamenti.
«INVESTIRE NEL DIGITALE». «I tagli dei posti di lavoro sono necessari per controllare i costi e permetterci di investire nel futuro digitale», hanno scritto Thompson e Sulzberger in un comunicato.
Il New York Times, del resto, non è certo il solo giornale statunitense a mandare a casa i giornalisti: decine di posizioni redazionali sono state eliminate in estate al Wall Street Journal, mentre Usa Today in settembre ha ridotto il suo gruppo di 70 professionisti.

Correlati

Potresti esserti perso