Pier Silvio Berlusconi 140429125136
AZIENDE 30 Ottobre Ott 2014 1455 30 ottobre 2014

Telecom, Pier Silvio Berlusconi: «Nessuna mira sul loro azionariato»

Il numero due Mediaset: «Progetto industriale per legare l'abbonamento alla pay tivù ai servizi telefonici».

  • ...

Il vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi.

Nessuna mira della famiglia Berlusconi sull'azionariato di Telecom. È quanto ha voluto sottolineare il primogenito del Cav, Pier Silvio, dalle pagine del nuovo libro di Bruno Vespa, Italiani voltagabbana. «Non c'è nessuna mira da parte nostra sull'azionariato di Telecom, e tantomeno sul controllo», ha detto, «portiamo avanti un progetto industriale Mediaset per legare l'abbonamento alla pay tivù ai servizi telefonici. Ci crediamo profondamente e lo svilupperemo»
«CI SONO ALTRE STRADE». «Certo, una partnership con Telecom avrebbe senso. Ma ci sono anche altre strade», ha spiegato ancora Pier Silvio Berlusconi. Una preferenza per Telecom, dunque, ma anche la possibilità di guardare all'estero. «Quali sono le difficoltà che state incontrando con Telecom?», è stata la domanda del giornalista. «Stiamo parlando, il nostro progetto è giusto non solo per Mediaset Premium e per Telecom, ma anche per il Paese. L'Italia non perderebbe una delle ultime occasioni per mantenere in mani italiane la leadership in un settore strategico come questo».
«PROGETTO DI FUSIONE NEL 2001». Berlusconi jr ha ricordato che nel 2001 portò a suo padre «il progetto di una fusione Telecom-Mediaset con enorme anticipo sui tempi: ci avrebbe portato a una posizione di grande vantaggio sul mercato europeo. Poi, un po' a causa del solito conflitto d'interessi (mio padre era da poco nuovamente presidente del Consiglio), un po' per mancanza di convinzione, il progetto è saltato. Peccato, perché il mondo è andato in quella direzione...».

Correlati

Potresti esserti perso