Padania 141108104228
EDITORIA 8 Novembre Nov 2014 1040 08 novembre 2014

Crisi Lega Nord, La Padania sparisce dalle edicole

Da dicembre cassa integrazione per tutti i dipendenti. Giallo sulla rinascita sul web.

  • ...

Il quotidiano 'La Padania' smetterà di essere venduto dalle edicole dal 1 dicembre.

La Padania sparisce dalle edicole dal 1 dicembre.
È questo il destino per il quotidiano della Lega Nord che nell'edizione di sabato 8 novembre, in un breve articolo pubblicato in prima pagina, ha spiegato che venerdì 7 novembre è stato comunicato al Comitato di redazione del giornale l'avvio della cassa integrazione per tutti i dipendenti dell'Editoriale Nord a partire da dicembre (14 giornalisti e cinque tipografi oltre al direttore Aurora Lussana).
TAGLI DELLA LEGA. «La Lega è al risparmio su tutto», ha spiegato il segretario del Carroccio Matteo Salvini, «e quindi non ha rinnovato il proprio contributo all'editoriale». Tuttavia il numero uno del partito ha puntato il dito contro l'esecutivo, precisando che si tratta «dell'ennesimo bavaglio calato dal governo Renzi che riduce i contributi per l'editoria che esistevano da anni».
NUOVA VITA SUL WEB. Salvini ha poi chiarito che «oltre a La Padania stanno chiudendo e chiuderanno centinaia di piccole testate locali e di settimanali storici» e a perderci, secondo il suo giudizio «è solo il territorio e la libertà di informazione».
Nonostante la crisi del Carroccio, il segretario ha confermato di non volersi «arrendere» e ha svelato di essere pronto a sostenere il quotidiano almeno sul web: «Coinvolgendo i giornalisti della Padania, stiamo lavorando per trovare una soluzione per rimanere quantomeno su internet».
Tuttavia, dalla redazione hanno fatto sapere che da dicembre «anche il sito Lapadania.net non sarà più attivo».
ERRORI DI GESTIONE. Lussana, che assunse la direzione giusto due anni fa, quando era ormai iniziata la parabola discendete dei mezzi a disposizione del quotidiano ha detto: «Indubbiamente ci sono stati anche errori gestionali interni nel passato ma questa botta del taglio al fondo per l'editoria ha decurtato dell'80% i nostri introiti e poiché la Lega non può più garantirci il contributo che ha sempre dato siamo in ginocchio».
«Fin dal marzo scorso», ha aggiunto il direttore, «abbiamo ridotto all'osso le spese, fatto tagli anche di personale, sacrifici di ogni tipo ma non basta. Col taglio drammatico dell'oligarca Renzi per noi finisce la corsa».
QUOTIDIANO NATO NEL 1997. Salvo ripensamenti dell'ultim'ora, La Padania è quindi destinata a sparire.
Il suo primo numero era apparso l'8 gennaio 1997 e il titolo di copertina era «Ministeri a delinquere» con un articolo di spalla di Umberto Bossi, e di taglio una 'foto-notizia': un uomo con il cappello in mano a chieder la carità e la didascalia «Uno Stato da abbandonare prima di finire così».
Negli anni il quotidiano del Carroccio, fortemente voluto dal Senatùr che da sempre tra i suoi pallini ha il giornalismo e la comunicazione, è stato un giornale guerriero di un partito che si rappresentava guerriera e federalista ma con forti venature secessioniste. Ma che ora si deve arrendere alla crisi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso