Federico Ferrazza 150612173050
EDITORIA 25 Giugno Giu 2015 1246 25 giugno 2015

Wired, tagli in redazione e cartaceo quasi azzerato

Comunicato sindacale annuncia 6 esuberi su 12. E solo due numeri in edicola.

  • ...

Federico Ferrazza.

Brutte notizie per Wired. Un comunicato sindacale diffuso il 25 giugno ha reso pubblico un massiccio piano di tagli da parte dell'azienda, che comporterà pure un deciso cambio di rotta della periodicità, destinata a passare da mensile a semestrale. Il tutto a pochi giorni dall'investitura di Federico Ferrazza a direttore da parte di Condé Nast, in sostituzione di Massimo Russo.
DECISO RIDIMENSIONAMENTO. Un netto ridimensionamento per una rivista leader nel settore del giornalismo digitale, che mal si concilia con le dichiarazioni rilasciate appena due mesi fa dal deputy managing director di Condé Nast Italia, Fedele Usai.Secondo il quale, «il digitale ci salverà, ma la carta non muore».
DA 10 NUMERI A DUE. Ora, invece, ai giornalisti di Wired è stato comunicato che la periodicità del cartaceo passerà da 10 numeri l’anno a due, da affidare completamente a service esterni. Da questo momento, poi, sei dei 12 giornalisti della redazione sono considerati esuberi. Al momento, dunque, «la redazione confermata sul progetto Wired Italia è formata da sei giornalisti (di cui uno part-time)».
Per questo motivo, «la redazione di Wired Italia e i giornalisti di Condé Nast esprimono forte preoccupazione per il futuro della testata e del brand stesso e si riserva di intraprendere tutte le azioni necessarie per salvaguardare il posto dei sei colleghi in mobilità e le condizioni di lavoro che garantiscano la qualità che ha sempre contraddistinto Wired».

Correlati

Potresti esserti perso