Italo 150724140936
EDITORIA 24 Luglio Lug 2015 1409 24 luglio 2015

Rcs, Milano-Roma solo su Italo: tagli o favore a Della Valle?

Per i viaggi dei dipendenti imposti i treni di Ntv. La società dell'azionista del Gruppo.

  • ...

Un treno Italo.

Il management di Rcs Mediagoup avrebbe imposto a tutti i dipendenti di viaggiare esclusivamente sul treno Italo per gli spostamenti sulla tratta Milano-Roma.
Una misura di spending review o un assist a Diego Della Valle? Forse entrambe le cose.
L'imposizione, per ora solo un rumor aziendale, garantirebbe infatti un duplice vantaggio.
Da un lato sarebbe a un favore al patron di Tod's, che oltre a essere un'azionista di Rcs è anche ai vertici del management di Ntv (la società che gestisce Italo), dall'altro sposerebbe il sanguinoso (e contestatissimo) piano di tagli messo in atto dai vertici del gruppo editoriale con ipotizzabili formule scontistiche sui biglietti.
SANGUINOSO REGIME DI TAGLI. La mossa è da inserire nel complesso quadro economico del Gruppo, sul quale pesano le difficili trattative coi sindacati e giornalisti.
Il 9 luglio la rottura del tavolo delle trattative tra i vertici del gruppo - che punta a un taglio 23-24% dei 100 milioni di costo del lavoro complessivo dell'area grafici e poligrafici - e i rappresentanti di categoria ha portato a una giornata di sciopero dei poligrafici.
E dopo aver detto sì a un programma che prevede dal primo ottobre 2015 al 30 settembre 2017 l'uscita di 47 giornalisti tra Corriere e Gazzetta, il cdr de La Gazzetta dello Sport ha diffuso un duro comunicato il 21 luglio per annunciare «l'entrata in vigore del regime di solidarietà».
«Saremo noi, ancora una volta, a pagare i conti di Rcs Mediagroup che non tornano da ormai molto tempo», hanno tuonato i giornalisti, «ovvero dal giorno in cui la scellerata operazione Recoletos ha aperto una voragine economica nel bilancio del gruppo».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso