Antonio Angelucci 130627124759
EDITORIA 21 Ottobre Ott 2015 1634 21 ottobre 2015

Il Tempo, gli Angelucci vicini a chiudere per 12 milioni

Già proprietari di Libero, i re delle cliniche puntano a ripetere il modello Qn.

  • ...

Antonio Angelucci.

È in dirittura d'arrivo l'operazione che dovrebbe condurre Il Tempo nella mani della famiglia Angelucci.
Al tribunale di Roma, che ha in capo la richiesta di concordato preventivo del quotidiano, sarebbe giunta, seconto quanto risulta a Lettera43.it, un'offerta attorno ai 12 milioni di euro.
I re delle cliniche private puntano così a rilevare la testata romana di proprietà dell'immobiliarista Domenico Bonifaci, che l'aveva acquisita da Francesco Caltagirone nel lontano 1996 per 70 miliardi di vecchie lire (all'incirca 35 milioni di euro).
IL MODELLO QN. L'obiettivo sarebbe aggiungere Il Tempo al mini impero editoriale della famiglia, che già comprende il quotidiano Libero diretto da Maurizio Belpietro.
L'idea è quella di consorziare i due giornali, sull'esempio del Quotidiano Nazionale del gruppo Riffeser, sotto il cui cappello si trovano tre testate (Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione)
INDEBITAMENTO PER 30 MLN. La trattativa potrebbe dunque andare in porto dopo innumerevoli tentativi: è dalla fine degli Anni 90 che Antonio e Giampaolo Angelucci tentano di rilevare il giornale capitolino che da tempo versa in cattive acque, malgrado i numerosi piani di ristrutturazione che si sono succeduti: l'indebitamento ha raggiunto circa 30 milioni di euro.
Il Tempo sarebbe la sesta esperienza degli Angelucci nella stampa quotidiana. Nel 1998 l'esordio con il 24,5% dell'Unità. Poi è stata la volta di Riformista, Libero, Corriere dell'Umbria e Gazzetta del Mezzogiorno.

Correlati

Potresti esserti perso