Unità 150703165355
STAMPA 2 Marzo Mar 2016 1720 02 marzo 2016

L'Unità, l'editore smentisce le perdite citate dai giornali

La società replica con una nota alle voci sulla difficile situazione societaria circolate sui giornali.

  • ...

Il quotidiano l'Unità è tornato in edicola il 30 giugno 2015.

Perdite da centinaia di migliaia di euro al mese, una fase di liquidazione complicata, la paura che all'asta fallimentare del 23 marzo non si presenti nessun acquirente.
Le voci di stampa che si rincorrono su L'Unità dipingono scenari al limite del catastrofico. E la società editrice del quotidiano fondato da Antonio Gramsci ha deciso di ribellarsi.
«CE L'ASPETTAVAMO». «Eravamo ben coscienti che durante tutta la fase del rilancio di uno dei più importanti e storici quotidiani italiani ci sarebbero stati attacchi duri e violenti da parte di molti», è stato scritto in una nota ufficiale di Unità Srl, «nonostante fossimo preparati, è arrivato il momento di dire basta a questi continui attacchi».
L'editore ha ricordato che «da alcuni giorni è ripresa la pubblicazione su alcuni organi di stampa di vari articoli che mettono in discussione la tenuta patrimoniale della società, i rapporti tra i soci e le prospettive di buona finalizzazione della gara per l'acquisto de l'Unità».
«BILANCIO A FINE GIUGNO». Notizie che, secondo la società, sono destituite di fondamento: «Smentiamo categoricamente tutte le cifre che sono circolate circa lo stato economico della società, che presenterà il suo bilancio alla fine di giugno, ovvero dopo un anno dal ritorno in edicola del giornale».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso