Rcs 160509083803
MEDIA 9 Maggio Mag 2016 1039 09 maggio 2016

Rcs, Mediobanca valuterà possibili proposte alternative

In relazione all'offerta di Cairo, Piazzetta Cuccia soppesa diverse opzioni riguardo alla propria quota. 

  • ...

In merito all'offerta su Rcs di Cairo Communication, Mediobanca fa sapere «si riserva di valutare ogni opzione per la miglior valorizzazione della propria partecipazione, ivi incluso il mantenimento della stessa o eventuali proposte alternative, di cui possa essere destinatario». Riguardo all'Ops, ribadisce l'istituto di Piazzetta Cuccia su richiesta della Consob, farà «le opportune valutazioni» quando vedrà il prospetto.
VALUTAZIONE SU CONTENUTI FINANZIARI. Mediobanca, su richiesta Consob, «precisa che svolgerà le opportune valutazioni sulla base dei contenuti finanziari e industriali della citata proposta, successivamente alla pubblicazione del documento informativo relativo all'offerta e all'emissione del parere dell'emittente».
IL CORRISPETTIVO DELL'OFFERTA A SCONTO. L'istituto bancario ricorda che l'emittente Rcs «preliminarmente, ha comunicato di ritenere il corrispettivo dell'offerta significativamente a sconto, rispetto alle medie degli ultimi mesi del titolo Rcs rapportate a quelle del titolo Cairo Communication e alla media delle valutazioni degli analisti». In questo contesto Mediobanca «si riserva di valutare ogni opzione per la miglior valorizzazione della propria partecipazione, ivi incluso il mantenimento della stessa o eventuali proposte alternative, di cui possa essere destinatario».
Dopo il comunicato il titolo Rcs, piatto in avvio, sale del 3% a 0,588 euro.
UNIPOLSAI NON SEGUE MEDIOBANCA. UnipolSai, azionista con il 4,6% di Rcs, ha fatto subito sapere di non essere a fianco di Mediobanca: «Questa è una sciocchezza in cui non mi riconosco, siamo allineati ai nostri interessi» ha detto il presidente Carlo Cimbri, a margine dell'incontro della Consob con il mercato finanziario. Cimbri ha confermato la sua valutazione negativa dell'offerta di Cairo. «A oggi non c'è niente di nuovo, c'è un'offerta di Cairo Communication su cui mi sono già espresso: c'è una cosa, Cairo, che viene valutata molto e una cosa, Rcs, che viene valutata poco». «Valuteremo qualsiasi controfferta» ha detto Cimbri come pure un rilancio di Cairo, «Se è meglio di questa certo che lo valuteremo».
CAIRO VUOLE UN GRANDE GRUPPO INDIPENDENTE. L'8 aprile l'editore di La7 ha lanciato un'offerta pubblica di scambio sui titoli Rcs, condizionata al raggiungimento di almeno il 50% del capitale più una azione ordinaria. L'obiettivo di Cairo è «creare un grande gruppo editoriale multimediale, dotato di una leadership stabile e indipendente, e a rafforzare il profilo economico-finanziario di Rcs accelerandone il processo di ristrutturazione e rilancio».
NO A RIMBORSI PRIMA DEL 2017. L'editore ha posto però una condizione: prima della conclusione dell'offerta le banche finanziatrici si dovranno impegnare a rinunciare alla facoltà di chiedere il rimborso anticipato del debito in ragione del cambio di controllo. In particolare non dovranno chiedere fino a fine 2017 a Rcs alcun rimborso in linea capitale, salvo il rimborso anticipato parziale con l'incasso dalla cessione di Rcs Libri.

Correlati

Potresti esserti perso