Giallozafferano 160510113651
AZIENDE 10 Maggio Mag 2016 1131 10 maggio 2016

Mondadori compra i siti media di Banzai

Acquisiti i vertical per 45 milioni. Escluso il settore news. Il gruppo di Scott Jovane si concentrerà sull'e-commerce. E Segrate rafforza la sua presenza digital.

  • ...

I siti media di Banzai finiscono nell'orbita di Mondadori. La casa editrice di Segrate ha definito l'acquisto dei vertical per un 45 milioni, suddiviso in un fisso di 41 milioni e un earn-out (ovvero una somma che sarà corrisposta al verificarsi di determinate condizioni contrattuali) di 4 milioni.
CORRISPETTIVO DI 24,6 MLN. Il corrispettivo da pagare, al netto di un indebitamento finanziario netto di 16,4 milioni, è pari a 24,6 milioni. Banzai Media utilizzerà i proventi del deal per rafforzare la propria posizione nell'e-commerce.
L'operazione sarà perfezionata nel corso del primo semestre del 2016.
TRA LE ACQUISIZIONI GIALLOZAFFERANO. Tra i siti più importanti acquisiti da Mondadori ci sono GialloZafferano, Studenti.it, Pianeta Donna e Mypersonaltrainer, che valgono 8,9 milioni di nuovi utenti unici già attivi. Dall'operazione rimane escluso il segmento news nel quale rientrano Giornalettismo e la partecipazione ne IlPost.
SPAZI PUBBLICITARI PER BANZAI. L'earn-out previsto a favore di Banzai sarà corrisposto «all'eventuale conseguimento di predeterminati risultati relativi al triennio 2016-2018», l'accordo prevede inoltre per Banzai «la disponibilità di spazi pubblicitari, su un orizzonte temporale di tre anni, con un beneficio stimato di circa 7 milioni».
NEL PERIMETRO ACQUISITO RICAVI PER 24 MLN. Nell'esercizio 2015 il perimetro acquisito ha segnato ricavi per 24 milioni, con un Ebitda a 4 milioni, con 17,1 milioni di utenti unici mentre i siti Mondadori hanno già 8,9 milioni di utenti unici. Con l'acquisizione Mondadori dichiara di aver raggiunto la «leadership nei verticali women, food, health & wellness, aree strategiche che consentono di integrare e ampliare l'offerta multicanale dei brand già in portafoglio, e con rilevanti potenzialità di crescita anche attraverso innovazione di prodotto e iniziative di brand extention». Le intese con Banzai prevedono la possibilità di individuare tra gli store di Mondadori Retail alcuni punti per allargare la rete Pick&Pay del gruppo Banzai.
MAURI: «DIVENTIAMO PLAYER COME GLI OVER THE TOP». «In questi mesi stiamo vivendo una nuova fase di crescita, finalizzata all'ulteriore rafforzamento delle nostre attività strategiche, i libri e i magazine: l'acquisizione di Banzai Media Holding ci permette di accelerare il processo di trasformazione, già portato avanti con successo grazie alle azioni di recupero di redditività e la conseguente capacità di investire nel core business», ha spiegato l'amministratore delegato di Mondadori Ernesto Mauri, secondo il quale «raggiungiamo oggi una massa critica nell'online che consentirà a Mondadori di giocare un ruolo da protagonista, comparabile in termini di audience a quello degli over the top».
L'acquisizione è stata salutata positivamente dalla Borsa con Mondadori che ha segnato subito un rialzo del 3,56% a 0,97 euro.

Plusvalenza di 20 milioni per Banzai

Il logo di Banzai.

La cessione della divisione media porterà a Banzai «una plusvalenza lorda pari a circa 20 milioni a livello consolidato prima dei costi complessivi e non ricorrenti legati alla vendita» e «si prevede che a seguito degli effetti positivi derivanti dalla cessione che il gruppo chiuderà l'esercizio in utile a livello consolidato», spiega una nota.
SCOTT JOVANE: «FOCUS SULL'E-COMMERCE». «Banzai si concentra sull'e-commerce: la nostra strategia viene ulteriormente rafforzata dai proventi della cessione di Banzai media holding», ha sottolineato l'Ad Pietro Scott Jovane. «Dotiamo quindi il nostro gruppo e-commerce di risorse determinanti per accelerare la crescita, anche alla luce degli incoraggianti dati di sviluppo del mercato del commercio elettronico che in Italia è atteso crescere nei prossimi cinque anni con un Cagr (il tasso di crescita annuo composto, ndr) del 16%, 6 punti sopra la media di Francia, Regno Unito e Germania», aggiunge Scott Jovane, secondo il quale Banzai punta ora «a rafforzare ulteriormente la posizione di leadership di Banzai».
TRIMESTRALE IN ROSSO PER 4,2 MLN. Banzai ha anche approvato i conti trimestrali, che segnano una perdita prima delle imposte di 4,2 milioni contro i 3 milioni dello stesso periodo del 2015. Nei primi tre mesi dell'anno il gruppo fondato da Paolo Ainio ha registrato ricavi pari a 59,5 milioni (+19,7% rispetto ai 49,7 precedenti, con un aumento del 21,2% nelle categorie core dell'e-commerce).
MOL -2,2 MLN. Il margine operativo rettificato lordo è negativo per 2,2 milioni mentre la liquidità netta è a quota 16,6 milioni contro i 23,2 di fine 2015.
Il gruppo annuncia anche che è stato sottoscritto un accordo triennale per l’acquisto di spazi pubblicitari sulle emittenti televisive del gruppo Mediaset, a sostegno del brand di ePRICE. Il contratto relativo alla pubblicità consente di generare un beneficio stimato sui costi marketing nel triennio pari a circa 7 milioni di euro.

Correlati

Potresti esserti perso