Rcs 160509083803
MEDIA 20 Maggio Mag 2016 1256 20 maggio 2016

Rcs, l'Opa Bonomi è a premio delle quotazioni di Borsa

Dopo l'esame preliminare, il board precisa che l'offerta di Investindustrial «non è stata concordata, né preventivamente comunicata alla società».

  • ...

Il Cda di Rcs è favorevole all'Opa di Andrea Bonomi. Nell'esame preliminare dell'offerta il consiglio ha rilevato infatti che il prezzo di 0,70 euro offerto è a premio sulle quotazioni di Borsa degli ultimi 3, 6 e 12 mesi. In una nota il gruppo ricorda peraltro che il target price degli analisti prima dell'8 aprile (data dell'Ops di Cairo) si attestava a 0,81 euro per azione. L'Opa di Investindustrial di Bonomi e dei soci storici di Rcs, precisa il board, «non è stata concordata, né preventivamente comunicata alla società».
OPA A PREMIO A 3, 6 E 12 MESI. Rcs segnala che il prezzo offerto nell'offerta in contanti di Bonomi è a premio a tre, sei e dodici mesi dall'ultimo giorno di borsa aperta (il 13 maggio) prima della comunicazione dell'Opa. Calcolando invece le medie dalla data dell'8 aprile, giorno dell'annuncio dell'offerta di scambio di Cairo, il corrispettivo dell'Opa è a premio sui tre e sei mesi, ma è a sconto a dodici mesi.
AZIONI PENALIZZATE. Rcs ricorda quindi, come già nel parere sull'Ops Cairo, che la media dei prezzi delle azioni della società è stata influenzata in modo negativo dall'annuncio della distribuzione della partecipazione in capo a Fca, oltre che dal protrarsi del negoziato in corso con le banche finanziatrici.
L'OPA HA UGUALE CONTENUTO DELL'OPS. La casa editrice constata quindi che la condizione sugli impegni chiesti alle banche finanziatrici di Rcs dall'Opa Bonomi «ha identico contenuto» rispetto a quella dell'Ops Cairo. «Pertanto al riguardo il consiglio rinvia alle considerazioni già svolte con il comunicato del 13 aprile che conserva sostanziale attualità anche in relazione a tale condizione dell'Opa», sottolinea Rcs. Tale condizione posta da Cairo, aveva comunicato Rcs il 13 aprile, «incide sull'operatività della società e potrebbe interferire con le trattative in corso con le banche creditrici». Nella nota Rcs emerge infine che sia sull'Opa e sia sull'Ops gli amministratori indipendenti lasceranno un parere, come previsto dal regolamento emittenti.
Il board ha inoltre assicurato di voler mantenere il proprio obiettivo di creazione di valore per Rcs MediaGroup nel migliore interesse di tutti gli azionisti, «non trascurando alcuna opzione strategica».
COSTA E SIMONTACCHI SI ASSENTERANNO. Durante l'esame delle offerte il presidente Maurizio Costa e il consigliere Stefano Simontacchi si assenteranno. Costa ricopre la carica di amministratore non esecutivo e indipendente di Mediobanca, uno dei coofferenti dell'Opa e in Cda, spiega la nota, «ha fatto constatare l'opportunità di assentarsi nel corso dell'odierna e delle successive riunioni consiliari durante l'esame dell'Opa nonché dell'Ops Cairo». Simontacchi, «per il quale su delibera del consiglio hanno trovato applicazione le predette procedure interne in relazione all'Ops Cairo, ha dichiarato che continuerà ad assentarsi dalle riunioni consiliari anche durante l'esame dell'Opa».
TASCA ESPERTO INDIPENDENTE. Intanto Rcs ha fatto sapere di aver nominato Roberto Tasca, docente di Economia all'Università di Bologna, come esperto indipendente sulle due offerte.

Correlati

Potresti esserti perso