Gedi
5 Aprile Apr 2017 1556 05 aprile 2017

Fusione Repubblica-La Stampa: il nuovo gruppo si chiamerà Gedi

John Elkann annuncia il nome della società risultato dell'integrazione de L'Espresso e di Itedi: «Avrà ricavi complessivi di circa 700 milioni e più di 5,8 milioni di lettori».

  • ...

Si chiamerà Gedi il nuovo gruppo che nascerà dall'integrazione di Itedi e gruppo L'Espresso. Lo rende noto John Elkann nella lettera agli azionisti Exor. «Gedi sarà leader italiano nell'informazione, uno dei più grandi in Europa, guidato da una manager di grande talento come Monica Mondardini», spiega Elkann, «avrà ricavi complessivi di circa 700 milioni, una redditività tra le più alte del settore, non avrà debiti, una diffusione media aggregata (carta+digitale) di circa 740.000 copie al giorno, più di 5,8 milioni di lettori».

«IL MONDO DEI GIORNALI HA UN FUTURO». «Se si fa informazione di valore in modo professionale, credo si possa avere un futuro nel business dei giornali: un futuro prospero, che è poi l'unico vero modo di salvaguardare l'indipendenza dei giornali», ha scritto Elkann agli azionisti. Elkann ricorda che «le due principali fonti di ricavi per i giornali, annunci pubblicitari e vendite in edicola/abbonamenti, sono entrambi diminuiti significativamente in Italia negli ultimi dieci anni», ma parla di «un certo ottimismo della ragione». «Il mercato dell'informazione», osserva, «rimane ampio e sta crescendo; perciò, se si è capaci di fare informazione affidabile e di qualità, credo che si possa avere successo. Credo inoltre che gli inserzionisti, in particolare le grandi aziende di beni di consumo, vorranno avere un controllo maggiore su dove andranno i loro annunci e di conseguenza vedremo una maggiore consapevolezza nella spesa pubblicitaria che dovrebbe avvantaggiare le società editoriali serie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati