Ultima Ora
1 Dicembre Dic 2017 1613 01 dicembre 2017

Ultima Ora, il progetto che aiuta i giovani ad analizzare le notizie

Sviluppata da Sky Academy e Osservatorio permanente Giovani-Editori, l'iniziativa si propone di dare ai ragazzi gli strumenti per approcciare i media con spirito critico e indipendente.

  • ...

Si chiama Ultima Ora il progetto nato dalla partnership tra Sky Academy e Osservatorio Permanente Giovani-Editori. Ultima Ora, come quella più attesa prima della campanella che segna la fine del tempo passato sui banchi di scuola e il ritorno al mondo esterno. L’iniziativa, nata per incoraggiare i ragazzi ad analizzare le notizie con spirito critico e indipendente, si rivolge agli studenti delle scuole secondarie superiori con l’obiettivo di promuovere la media literacy e aiutare le nuove generazioni ad approcciarsi in modo critico all’informazione.

STRUMENTI ANTI-FAKE NEWS. In un’epoca in cui è sempre più rilevante la verifica delle fonti e dei contenuti diffusi dai media e dai social network, Ultima Ora fornisce agli studenti gli strumenti necessari per rivolgersi al mondo con uno sguardo consapevole. Riconoscere le fake news, capire il loro funzionamento e comprenderne le ragioni e lo sviluppo, sono elementi fondamentali per permettere ai giovani di costruire le proprie opinioni in modo autonomo e libero. Il progetto nasce dall’esperienza di Sky TG24 per le scuole e Il Quotidiano in classe che uniscono le proprie forze con l’intento di offrire agli studenti la possibilità di sperimentare in prima persona sia il linguaggio del video sia quello della carta stampata, così da permettere loro di comprenderne i meccanismi in modo sempre più consapevole. Il percorso didattico mette a disposizione degli studenti e dei docenti gli strumenti utili alla costruzione della notizia. Le classi poi dovranno lavorare a un articolo scritto e a un servizio televisivo, valutati da una commissione ad hoc, su un tema a scelta tra cronaca e approfondimento.

IL DIRETTORE DEL WP IN COLLEGAMENTO. Alla presentazione del progetto è intervenuto Martin Baron, direttore del The Washington Post. Il premio Pulitzer, noto anche per la sua inchiesta - quando era direttore del Boston Globe - portata sul grande schermo grazie al film Oscar Il caso Spotlight, ha dialogato con una platea di oltre 250 studenti italiani provenienti da tutta Italia. Marty Baron rispondendo alle tante domande dei giovani ha dichiarato: «Prima di tutto vorrei ringraziare per questo invito è importante parlare con i giovani del ruolo del giornalismo. Il ruolo del giornalista è fondamentale nella nostra società. Il nostro compito è assicurare la verità per quanto possibile e dobbiamo ascoltare tutti, in particolare chi non ha potere se parlano di misfatti. La gente crede nella verità solo quando vuole la verità. La verità non è un'opinione individuale e il nostro compito è determinare la verità».

CECCHERINI: «SIAMO ORGOGLIOSI». Ad aprire i lavori del convegno è stato il Presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani – Editori Andrea Ceccherini che nel corso del suo intervento ha dichiarato: «Siamo orgogliosi di poter dare il benvenuto a bordo dell'Osservatorio Permanente Giovani - Editori anche a SKY, cui ci lega la passione verso i giovani, la fiducia nel futuro e il sogno di poter essere protagonisti dell'innovazione, del cambiamento, in un'ottica sempre più connotata da una forte e indiscussa apertura internazionale. Sono grato a Sky per aver voluto accettare questa scommessa, quella di sferrare insieme una grande sfida a favore della media literacy dei più giovani. Una sfida, che non lanciamo nella prospettiva di partecipare, ma di contribuire a vincere».

SUL PALCO ANCHE VARETTO E FONTANA. È toccato poi a Frederic Michel, Sky Group Director, Corporate & Social Purpose, The Bigger Picture che ha affermato: «Fin dalla sua nascita Sky ha fatto dell’informazione indipendente il suo fiore all’occhiello. E come media responsabile mette questo suo know-how al servizio delle nuove generazioni, dedicando loro una serie di iniziative e strumenti finalizzati allo sviluppo di un proprio approccio critico ai contenuti prodotti dai media. Un obiettivo portato avanti da sempre con impegno e decisione da Osservatorio Permanente Giovani – Editori, che per questo risulta il partner ideale per l’iniziativa che oggi presentiamo. Ultima Ora riunisce infatti due progetti di successo - Sky TG24 per le Scuole e Il Quotidiano in classe - per offrire agli studenti la possibilità di cimentarsi in prima persona con il newsmaking sia scritto sia video, con la convinzione che, comprendendone i meccanismi, i giovani ne diventino fruitori sempre più consapevoli». Sul palco, in occasione dell’incontro sono intervenuti anche il Direttore di Sky TG24 Sarah Varetto e il Direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso