Wellington
10 Marzo Mar 2017 1732 10 marzo 2017

Nuova Zelanda, viaggio e alloggio gratis per i professionisti dell'hi-tech

Le aziende della capitale Wellington offrono viaggio e alloggio gratuito a candidati provenienti da tutto il mondo. I posti a disposizione sono 100, le risposte già arrivate 12 mila. E i termini non sono ancora scaduti.

  • ...

Esperti di hi-tech da tutto il mondo, in Nuova Zelanda siete più che benvenuti, tanto che le autorità della capitale Wellington vi pagano le spese di viaggio e di soggiorno.

ALLA RICERCA DI PERSONALE. Alcune importanti imprese locali sono alla ricerca di personale. Gli impieghi a disposizione sono cento, dunque sono cento anche gli inviti. Ma le risposte, piovute da ogni parte della Terra, sono molte di più: 12 mila. E migliaia di altre persone hanno manifestato il loro interesse sul sito web Wellingtonnz.com.

IL TEMPO NON È ANCORA SCADUTO. Il tempo non è ancora scaduto. Si può inoltrare la candidatura fino al 20 marzo, per tentare di essere in Nuova Zelanda dall'8 all'11 maggio. Quattro giorni per appuntamenti di lavoro già combinati, ma ci sarà anche il tempo di fare un po' di turismo.

CRESCITA DEL 14% ANNUO. Il sindaco di Wellington, Justin Lester, ha spiegato l'iniziativa sottolineando che il settore tecnologico nella sua città si è sviluppato negli ultimi cinque anni al ritmo annuo del 14%: «Il problema che dobbiamo risolvere riguarda molte aziende, che stanno lottando per tenere il passo con le assunzioni».

INVESTITI 550 MILA EURO. L'investimento, per 850 mila dollari neozelandesi (circa 550 mila euro), viene finanziato in parte con i soldi dei contribuenti, in parte dalle aziende locali. L'invito è stato rilanciato anche dal quotidiano Usa Today, in un momento in cui le politiche dell'amministrazione Trump stanno spingendo diversi esperti del settore a ripensare il loro futuro.

UN TERZO DELLE DOMANDE DAGLI STATI UNITI. In effetti, almeno un terzo delle persone che si sono prenotate arrivano dagli Stati Uniti. Un aspetto sottolineato anche da altri media che hanno pubblicato la notizia, secondo cui la politica anti-immigrati del presidente Trump sta creando un'atmosfera di ansia nella Silicon Valley, dove i maggiori talenti spesso arrivano dall'estero.

LAVORO E SPIAGGE. Ansia di cui stanno approfittando anche Canada e Messico, che a loro volta hanno rilanciato il loro corteggiamento ai professionisti dell'alta tecnologia. Ma la Nuova Zelanda mette sul piatto anche le sue bellezza naturali. Nell'invito, Wellington sottolinea infatti anche l'atmosfera tranquilla che si respira in città e l'equilibrio che tra lavoro e tempo libero, con spiagge magnifiche e centinaia di bar e ristoranti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati