Borussia
Attacco a Dortmund 21 Aprile Apr 2017 0810 21 aprile 2017

Borussia, arrestato un 28enne per l'attacco al bus del Dortmund

Un uomo di 28 anni è stato fermato per l'origno esploso contro la squadra del Borussia l'11 aprile scorso alla vigilia della paritita di Champions League. Avrebbe agito per questioni economiche.

  • ...

Un uomo di 28 anni è stato arrestato poiché sospettato dell'attacco contro l'autobus della squadra del Borussia Dortmund l'11 aprile scorso. Lo hanno reso noto le autorità tedesche.

ATTACCO PER MOTIVI ECONOMICI. La persona arrestata avrebbe agito per motivi finanziari, prevedendo che le azioni della squadra sarebbero scese in Borsa dopo l'attacco. Il fermato si chiama Sergej W., un 28enne con la doppia cittadinanza tedesca e russa che è stato arrestato nell'area di Tubinga, una città nel sudovest del Paese, nel Land del Baden-Wuerttemberg. Nell'esplosione rimasero feriti il difensore del Dortmund Marc Bartra e e un poliziotto.

ATTENTATORE PUNTAVA AL CROLLO DELLE AZIONI. Secondo quanto riportato dall'emittente tedesca Ntv, Sergej W. avrebbe tentato di depistare le indagini, producendo false tracce sulla responsabilità dell'Isis. Stando alle prime indiscrezione il russo-tedesco avrebbe acquistato da un hotel un pacchetto di 15 mila opzioni, per il valore di 78 mila euro. Se le azioni del Borussia fossero crollate, avuto un profitto milionario, scrive la Bild on line: fino a 3,9 milioni di euro. Con il ferimento grave o la morte dei calciatori, i titoli della squadra sarebbero presumibilmente crollati.

SI CERCANO I COMPLICI. Sergej non avrebbe però agito da solo. La polizia è infatti alla ricerca di due complici, che avrebbero aiutato a trasportare l'esplosivo sul posto. L'uomo avrebbe competenze particolari nel settore elettronico, e sarebbe in grado di fabbricare bombe. Nel luglio 2015 vinse un premio scolastico in elettronica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati