Colonnello
9 Maggio Mag 2017 1409 09 maggio 2017

Russia, l'Isis mette Putin nel mirino

Il gruppo terroristico ha pubblicato il video della presunta decapitazione in Siria del colonnello Petrenko, smentita dal ministero della Difesa. Minacce di nuovi attentati contro la Russia e il suo presidente.

  • ...

La decapitazione di un presunto ufficiale russo in Siria, identificato come il colonnello Ievgheni Petrenko, è stata filmata e diffusa online dai jihadisti dell'Isis. Il video, in lingua russa, dura 12 minuti ed è stato postato proprio nel giorno in cui Mosca celebra la vittoria sovietica nella Seconda guerra mondiale.

L'autenticità del filmato e l'identità della vittima non sono verificabili in maniera indipendente, né è chiaro quando sarebbe avvenuto l'assassinio. Ma nel video i terroristi minacciano la Russia e il suo presidente, Vladimir Putin, di compiere nuovi attentati, dopo quello avvenuto ad aprile nella metropolitana di San Pietroburgo.

Il ministero della Difesa russo ha negato con forza la morte del colonnello: «Tutti i militari delle forze armate della missione russa in Siria sono vivi, in salute ed eseguono i compiti di lotta al terrorismo internazionale nelle loro unità. Condanniamo le azioni dei singoli media, che regolarmente ripetono le informazioni false lanciate dai gruppi terroristici internazionali».

Il presidente della commissione Difesa e Sicurezza del Senato, Viktor Ozerov, ha tuttavia invitato a tenere alta la guardia: «Verrà effettuato un controllo e i risultati saranno resi noti, ma anche se si dovesse trattare di un falso questo video non deve essere sottovalutato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati