Trump 1
16 Maggio Mag 2017 1944 16 maggio 2017

Trump-Erdogan, primo incontro alla Casa Bianca

Il presidente Usa accoglie quello turco con tutti gli onori: «Sosteniamo Ankara contro Isis e Pkk». Da sciogliere il nodo del sostegno Usa ai curdi e l'estradizione del predicatore Gulen.

  • ...

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è arrivato alla Casa Bianca, dove è stato accolto dal presidente americano Donald Trump. Per i due leader si tratta del primo faccia a faccia, che cade in un momento di tensione nelle relazioni fra i due Paesi dopo che Trump ha dato il via libera alla fornitura diretta di armi ai curdi.

TRUMP: «SOSTENIAMO TURCHIA CONTRO PKK E ISIS». «Sosteniamo la Turchia nella lotta al terrorismo e negli sforzi per ridurre la violenza in Siria», ha dichiarato Trump alla stampa prima del faccia a faccia, che si prevede «lungo e difficile». «Dobbiamo assicurarci che l'Isis e il Pkk non abbiamo nessun posto sicuro dove riparare», ha annunciato. «La Turchia è determinata ad ampliare la cooperazione con gli Stati Uniti», ha ricambiato Erdogan. Descrivendo il suo viaggio negli Stati Uniti coma una svolta storica, il presidente turco ha affermato che non c'è alcun posto per le organizzazioni terroristiche in Tirchia e nell'area.

LA QUESTIONE GULEN SUL TAVOLO. Erdogan ha sollevato con Trump la questione dell'attesa estradizione di Fethullah Gulen. Erdogan ha accusato più volte la rete golpista di Gulen di essere dietro al colpo di Stato del luglio 2016.«La risposta degli Usa all'attacco con armi chimiche in Siria è stata giusta», ha affermato il presidente turco, definendo l'elezione di Trump alla Casa Bianca come una nuova speranza per il Medio Oriente. «Stiamo gettando le basi per una nuova era nelle relazioni fra Usa e Turchia», ha messo in evidenza Erdogan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati