Tillerson, 'sicurezza prevale su valori'
9 Giugno Giu 2017 2003 09 giugno 2017

Qatar, Tillerson: «Blocco da alleggerire»

Il segretario di Stato americano: «Sta danneggiando l'attività economica e la lotta contro l'Isis condotta dagli Stati Uniti».

  • ...

Gli Stati Uniti hanno chiesto all'Arabia Saudita e agli altri Paesi arabi del Golfo Persico di alleggerire il blocco verso il Qatar, messo in piedi da pochi giorni. Perché, anche se Doha «deve fare di più e più velocemente contro il terrorismo», l'isolamento dell'emirato guidato dal giovane Tamim bin Hamad al-Thani si sta dimostrando controproducente. Parola di Rex Tillerson, segretario di Stato Usa, secondo cui il blocco sta creando conseguenze involontarie sul piano umanitario e danni all'attività economica americana nella regione, oltre a indebolire la stessa lotta contro l'Isis guidata dagli Stati Uniti.

Il presidente Donald Trump ha parlato poco dopo alla Casa Bianca. Nel corso di una conferenza stampa congiunta con il presidente romeno Klaus Werner Iohannis, in visita negli Stati Uniti, ha messo in guardia in Qatar perché «cessi di supportare il terrorismo», dopo averlo definito un Paese che «storicamente» ha finanziato gruppi attivi ad alto livello.

Trump ha parlato anche della deposizione sul Russiagate resa dall'ex capo del Fbi, James Comey. Secondo il presidente, le sue parole dimostrano che «non c'è stata nessuna collusione con la Russia e nessuna ostruzione della giustizia». Comey non sarebbe altro che «una gola profonda» che ha detto «cose non vere».

Quanto all'esistenza di registrazioni dei suoi colloqui con Comey alla Casa Bianca, Trump ha lasciato la questione in sospeso: «Su questo vi dirò qualcosa nel prossimo futuro». Infine, il tycoon si è detto pronto «al 100%» a dare la sua versione dei fatti sotto giuramento, smentendo di aver mai chiesto fedeltà e di aver auspicato che Comey lasciasse cadere l'indagine sull'ex consigliere per la sicurezza nazionale, Michael Flynn.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso