MNB S Request Manager
13 Giugno Giu 2017 1728 13 giugno 2017

Otto Warmbier, libero ma in coma lo studente Usa condannato a Pyongyang

Era stato costretto a 15 anni di lavori forzati per avere strappato un poster. La sua condizione sarebbe legata alla somministrazione di un sonnifero. Giallo sul ruolo di Dennis Rodman. 

  • ...

È libero, ma in coma da un anno Otto Warmbier, lo studente americano condannato a 15 anni di lavori forzati dal regime nordcoreano per «attività contro lo Stato» Ad annunciarlo è stato il segretario di Stato statunitense Rex Tillerson. L'arrivo del giovane negli Usa è imminente, con le autorità di Pyongyang che hanno spiegato la sua condizione medica con la somministrazione di una pillola per il sonno poco dopo un attacco di botulismo. Una pillola dalla quale Warmbier non si sarebbe più svegliato. Ma i misteri attorno a questa vicenda sono tanti. «Su indicazione del presidente, il Dipartimento di Stato ha assicurato il rilascio di Otto Wambier della Corea del Nord», ha detto Tillerson, sottolineando che le autorità continuano a lavorare per il rilascio degli altri cittadini americani prigionieri in Corea del Nord.

Arrestato per avere strappato un poster

Warmbier, uno studente di Cincinnati che si trovava in visita a Pyongyang era stato arrestato nel febbraio 2016 per aver staccato un manifesto di propaganda del parito comunista da una parete dell’albergo in cui si trovava: il manifesto era in un locale riservato al personale dell’hotel. Per le autorità locali il giovane aveva confessato di aver compiuto il gesto su richiesta della Chiesa metodista dell’Ohio. Secondo i giudici che lo avevano condannato, il furto del manifesto faceva parte di un piano del governo americano volto a screditare la Corea del Nord.

In coma da un anno, i genitori erano all'oscuro

Secondo il Washington Post, il giovane sarebbe in coma da un anno, cioè da poco dopo la sua ultima apparizione pubblica durante il processo a Pyongyang nel marzo 2016. Gli stessi genitori hanno dichiarato di essere stati all'oscuro delle sue condizioni fino a pochi giorni fa. «Ci hanno detto che è in questo stato da marzo del 2016, ma noi lo abbiamo saputo solo da una settimana». «Vogliamo che il mondo sappia come noi e nostro figlio siamo stati trattati in modo violento e siamo stati terrorizzati dal regime nord coreano», hanno aggiunti. «Siamo grati che finalmente potrà stare con persone che gli vogliono bene»

Giallo sul ruolo di Dennis Rodman

Il rilascio di Warmbier arriva a poche ore di distanza dallo sbarco a Pyongyang di Dennis Rodman, l'eccentrica ex star della Nba che ha già avuto occasione di incontrare il leader nord coreano. Rodman da anni intrattiene rapporti amichevoli con il dittatore Kim Jong-un: le autorità Usa hanno però escluso che Rodman abbia avuto qualche ruolo nel rilascio di Warmbier.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati