Golfo: Qatar isolato geograficamente
1 Luglio Lug 2017 1927 01 luglio 2017

Il Qatar non accetta le richieste dei Paesi del Golfo

Il ministro degli Esteri Al Thani: «Ma siamo disposti al dialogo». Le accuse di terrorismo? «Vanno provate e chi le fa è in cima alla lista dei finanziatori». 

  • ...

Sarà un secco rifiuto quello del Qatar. Doha è pronta a respingere la lista di richieste inviata dalle monarchie del Golfo ed Egitto e la cui scadenza è prevista il 3 luglio. Il ministro degli Esteri del Qatar al Thani lo ha spiegato a Roma dove è stato in visita, ribadendo però che il Paese è disposto al dialogo.

LE ACCUSE SUL TERRORISMO? CHI LE FA È IL PRIMO DELLA LISTA. «Noi», ha dichiarato al Thani, «cerchiamo di essere più costruttivi con gli altri Paesi del Golfo, attraverso la mediazione del Kuwait e il sostegno degli Usa». Quanto alle accuse di finanziare il terrorismo «vanno provate», ha spiegato, «e comunque gli stessi Paesi che le hanno avanzate sono in cima alla lista dei finanziatori».

Al Thani ha definito le richieste semplicemente «impossibili». Eccole qui di seguito:

Le 13 richieste inviate al Qatar

  1. Chiusura immediata dell'emittente tv Al-Jazeera, anche nell'edizione in lingua inglese.
  2. Rottura delle relazioni diplomatiche con l'Iran, chiusura delle sedi diplomatiche, espulsione dei membri della Guardia rivoluzionaria iraniana e fine di qualunque cooperazione militare con Teheran
  3. Interrompere qualunque legame con i Fratelli Musulmani, lo Stato islamico, al-Qaida e gli Hezbollah libanesi dichiarandoli formalmente "gruppi terroristici"
  4. Chiusura anche delle altre tv finanziate direttamente o indirettamente da Doha, tra cui Arabi21, Rassd, al-Araby al-Jadeed e Middle Est Eye
  5. Fine alla presenza militare turca in Qatar e conseguente stop a qualunque cooperazione militare congiunta.
  6. Interruzione dei finanziamenti a individui, gruppi e organizzazioni ritenuti "terroristi" da Arabia Saudita, Eau, Egitto, Bahrein, Usa e altri Paesi.
  7. Rimandare nei loro Paesi d'origine "elementi terroristi" e persone originarie di Arabia Saudita, Emirati, Egitto e Bahrein. Congelare i loro beni e fornire ogni informazione richiesta su loro residenza, spostamenti e finanze.
  8. Non concedere più la cittadinanza a persone ricercate in Arabia Saudita, Eau, Egitto e Bahrein. Revocarla a chi già ce l'ha perchè "viola" le leggi di questi Paesi.
  9. Porre fine a ogni contatto con l'opposizione politica di Arabia, Eau, Egitto, Bahrein e consegnare tutte le informazioni relative a contatti con 'vecchi gruppi d'opposizione'.
  10. Risarcire e indennizzare le vite e i soldi persi a causa delle politiche del Qatar negli ultimi anni.
  11. Consentire verifiche mensili per un anno e trimestrali per un altro anno, in modo da controllare che il Qatar rispetti quanto gli è stato imposto.
  12. Accettare di essere "sorvegliato" nei prossimi 10 anni.
  13. Allinearsi agli altri Paesi del Golfo e arabi sul piano militare, politico, sociale ed economico
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso