Donald Trump 2
2 Agosto Ago 2017 1711 02 agosto 2017

Usa, Trump ha firmato le nuove sanzioni contro la Russia

Il presidente americano ha firmato il provvedimento approvato dal Congresso che comprende misure anche verso l'Iran e la Corea del Nord.

  • ...

Il presidente americano ha firmato il provvedimento approvato dal Congresso che comprende misure verso l'Iran e la Corea del Nord. La prima a confermare la notizia è stata la Cnn. Fonti della Casa Bianca hanno confermato anche ad altri media la firma del presidente per il testo che era stato approvato dal Congresso a larghissima maggioranza e che era giunto sul tavolo del presidente Trump il 28 luglio. Ancora prima della firma il Cremlino aveva disposto l'espulsione di 755 diplomatici americani in risposta alle sanzioni.

TRUMP: «LEGGE IMPERFETTA». Nel firmare il provvedimento Trump non ha risparmiato critiche al Congresso definendo la legge «significativamente imperfetta». In un comunicato il presidente ha detto di vedere con favore misure severe per dissuadere i comportamenti aggressivi e destabilizzanti di Iran, Corea del Nord e Russia ma allo stesso tempo la legge sarebbe incompleta. «Nella fretta di approvare la legge il Congresso ha incluso una serie di disposizioni chiaramente incostituzionali».

PROVVEDIMENTO IN RISPOSTA AL RUSSIAGATE. Il provvedimento votato dal Congresso rappresenta una punizione per l'interferenza di Mosca durante le elezioni presidenziali del 2016. Secondo l'Intelligence americana l'intervento russo riguarderebbe sia un tentativo di intromettersi nei software per il voto, che in un sabotaggio della campagna democratica, come evidenziato nel corso delle indagini sul Russiagate.

Il pacchetto non colpisce solo Mosca ma anche l'Iran per il suo programma missilistico e Pyongyang che recentemente ha effettuato un secondo test di un missile intercontinentale. L'approvazione delle sanzioni, che ha raccolto una maggioranza trasversale tra democratici e repubblicani, ha portato con sé anche un forte limite per il presidente che non potrà allentarle arbitrariamente, ma dovrà chiedere il permesso al Congresso.

SLUTSKI: «SANZIONI POSSONO RIAVVICINARE RUSSIA E UE». Per il presidente della Commissione Affari esteri della Duma, Leonid Slutski la firma da parte di Trump può riavvicinare Mosca ed Europa: «Nella questione della illegalità dell'inasprimento delle pressioni sanzionatorie l'Europa si è mossa verso il buonsenso e ora questo fattore certamente ci può unire». Slutski ha inoltre definito le nuove sanzioni americane «un nuovo colpo ai rapporti tra Russia e Usa e alla stessa possibilità di ripristinarli nel prossimo futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso