Nieto 1
3 Agosto Ago 2017 1955 03 agosto 2017

Moto, è morto Angel Nieto

Il pilota spagnolo si è spento a 70 anni a Ibiza. Era rimasto vittima di un incidente stradale il 26 luglio, mentre era alla guida di un quad. Ha vinto 13 mondiali in carriera.

  • ...

Angel Nieto è morto all'ospedale Nuestra Senora del Rosario di Ibiza. Il pluricampione del mondo di motociclismo, 70 anni, era rimasto vittima di un incidente stradale il 26 luglio, mentre era alla guida di un quad.

L'ex campione spagnolo aveva riportato gravi ferite alle testa e le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate nelle prime ore di giovedì. Nieto è stato il re delle piccole cilindrate (50cc e 125 cc), vincendo 90 Gran Premi e 13 Mondiali.

Nieto con Marc Marquez.

«Abbiamo sempre corso in categorie diverse e questo ha permesso che l'amicizia rimanesse intatta. Quando non c'è rivalità in pista... sono distrutto», Giacomo Agostini ha appena appreso della scomparsa dell'asso spagnolo, «ed è ancora più doloroso perché avevo sentito il figlio mercoledì e ci eravamo illusi che stesse migliorando, invece... Avevamo cenato insieme non più di un mese fa nella mia casa di Jerez de la Frontera, progettavamo un evento. Ora è tutto finito».

Negli anni Sessanta e Settanta le loro strade si sono sovrapposte. Era l'epoca in cui c'erano meno gare ed un pilota poteva partecipare a più mondiali di categoria contemporaneamente. «Angel mi diceva sempre che mi aveva preso a modello, voleva vedere come organizzavo la mia vita sia sportiva che non. Come mi comportavo con gli sponsor. Eravamo davvero legati. Sì, era superstizioso», ricorda Agostini, «non voleva dire di aver vinto 13 mondiali. Ripeteva sempre 12+1. Invece la sfiga l'ha trovato lo stesso. Incredibile che se ne sia andato così».

RE DELLE PICCOLE CILINDRATE. Vera leggenda del motociclismo, era nato a Zamora il 25 gennaio 1947 ed è stato uno dei pochi piloti spagnoli non catalani. Oltre ai 13 titoli iridati, ha collezionato 139 podi nelle categorie 50cc, 80cc e 125cc tra il 1967 ed il 1986. La sua supremazia nelle piccole cilindrate gli ha permesso di raggiungere i numeri dei piloti più titolati di sempre come lo stesso Agostini - che di mondiali ne ha vinti 15 - Valentino Rossi, Mike Hailwood e Phil Reed. Con sei titoli nella classe 50 e sette in 125 resterà il corridore con più corone iridate su moto diverse: Derbi, Bultaco, Garelli, Minarelli e Kreidler. Oltre ai suoi successi nelle tre categorie minori, Nieto vinse il campionato spagnolo in varie occasioni dalla classe 50 alla 750. Nel 1999 fu direttore sportivo e il suo team vinse il titolo in 125 con Emilo Alzamora.

UNA FAMIGLIA PER I MOTORI. Le sue imprese sportive sono state anche oggetto di documentari e pellicole come il film Angel Nieto: 12+1 del 2005, nel quale viene ripercorsa la sua carriera. Padre di Pablo, anche lui pilota in 125cc e oggi direttore sportivo dello Sky Racing Team VR46 di Rossi, è stato il capostipite di una famiglia intrisa di motociclismo. Il suo secondo figlio, Angel Jr, è pilota a due e quattro ruote. Il nipote Fonsi Nieto ha corso nelle tre classi del mondiale ed in Superbike.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso