Mark Zuckerberg
9 Agosto Ago 2017 1937 09 agosto 2017

Zuckerberg, record mondiale di guadagni nel 2017: +23 miliardi

Il patron di Facebook è sempre più ricco: insidia il quarto posto di Warren Buffett nella classifica dei paperoni. E secondo alcuni starebbe pensando alla politica.

  • ...

Facebook vola in Borsa e Mark Zuckerberg è sempre più paperone: dall'inizio dell'anno ha portato a casa la cifra record di 23,1 miliardi di dollari, affermandosi come l'uomo che ha guadagnato di più al mondo finora nel 2017. Un balzo con il quale la fortuna a sua disposizione schizza a 73,1 miliardi di dollari, insidiando Warren Buffett. Il guru della finanza ha infatti un vantaggio di soli tre miliardi di dollari su Zuckerberg: una distanza ravvicinata che il fondatore di Facebook potrebbe recuperare a breve strappandogli il titolo di quarto uomo più ricco al mondo.

SCALATA DI BEZOS. Buffett si è conteso per anni lo scettro di paperone mondiale con il suo amico Bill Gates. Di recente però i due hanno visto scricchiolare le loro posizioni con l'ascesa dei nuovi miliardari della Silicon Valley, da Zuckerberg a Jeff Bezos. Forte di guadagni per 21 miliardi di dollari nei primi sei mesi dell'anno, il patron di Amazon è stato l'autore del sorpasso storico, anche se temporaneo, di Gates mostrando il nuovo trend in atto: Gates e Buffett sembrano infatti appartenere a una 'vecchia' generazione di paperoni legata a un'economia più tradizionale. La scalata di Zuckerberg e Bezos alla vetta dei più ricchi arriva con la galoppata di Facebook e Amazon in Borsa approfittando del rally di Wall Street innescato dalla vittoria di Donald Trump.

TUTTO IN BENEFICENZA. Se Bezos sta decidendo ancora cosa fare con la sua fortuna e ha lanciato una 'campagna' su Twitter per raccogliere idee su iniziative filantropiche, Zuckerberg ha le idee molto più chiare. Il numero uno di Facebook e sua moglie si sono già impegnati a donare il 99% delle loro azioni alla Chang Zuckerberg Initiative, la fondazione di beneficenza che si pone come obiettivo quello di aumentare il potenziale umano e promuovere l'uguaglianza. Ma anche curare e prevenire tutte le malattie entro la fine del secolo.

SPECULAZIONI SU PROGETTI POLITICI. Obiettivi ambiziosi per i quali Zuckerberg lavora rafforzando anche la squadra di consulenti della fondazione. Fra le ultime assunzioni di rilievo quelle di Joel Benenson, lo stratega della campagna di Hillary Clinton, e David Plouffe, l'ex consigliere di Barack Obama. Assunzioni che hanno alimentato le speculazioni su una discesa in politica di Zuckerberg, anche se il numero uno di Facebook ha più volte smentito di essere interessato a Washington.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso