Deforestazione Foresta Amazzonica 131115103608
30 Agosto Ago 2017 1800 30 agosto 2017

Brasile, sospeso il decreto che aboliva la riserva di Renca in Amazzonia

La decisione è arrivata da un giudice del tribunale federale di Brasilia. Che ha accolto la petizione popolare. Non basta un decreto del presidente, ma serve il voto del Congresso.

 

  • ...

Il giudice Rolando Valcir Spanholo, del tribunale federale di Brasilia, ha sospeso il decreto del presidente brasiliano, Michel Temer, che prevedeva l'abolizione della riserva naturale di Renca, nella foresta amazzonica. Nella sua decisione il magistrato - oltre ad accogliere parzialmente una petizione popolare presentata nei giorni scorsi contro la misura governativa - ha sottolineato che per una scelta del genere non basta un decreto, ma serve il previo intervento del Congresso.

RISPARMIATA L'AREA CHE OSPITA DUE RISERVE INDIGENE. L'area protetta, pari a 4mila ettari e grande come la Danimarca, era stata aperta allo sfruttamento da parte di imprese minerarie attraverso un decreto presidenziale firmato il 25 agosto. All'interno della regione, ricca di oro e altri minerali, esistono tra l'altro due riserve indigene. La tesi del governo è che la zona rimarrebbe tutelata anche senza la riserva naturale. Ma il forte pressing di ong ambientaliste e della comunità internazionale già ieri aveva costretto Temer a rivedere il testo presentando un secondo decreto con maggiori dettagli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso