India Stupri 140531113943
2 Novembre Nov 2017 1220 02 novembre 2017

India, ragazza resiste allo stupro: bruciata viva

La vittima aveva 27 anni. Il brutale omicidio è stato commesso dal cognato, in un villaggio dello Stato di Uttar Pradesh. L'uomo è ricercato dalla polizia. Nel Paese asiatico ogni giorno ci sono 72 violenze sessuali.

  • ...

Una ragazza indiana di 27 anni è stata bruciata viva dal cognato in un villaggio dello Stato di Uttar Pradesh, per aver opposto resistenza a un tentativo di stuprarla.

La polizia ha detto che il delitto è avvenuto nella notte tra l'1 e il 2 novembre, nel villaggio di Labhari, dove Neelam, giovane vedova, viveva da sola.

La donna sarebbe morta quasi subito perché nessuno ha potuto soccorrerla spegnendo le fiamme. Il padre della vittima ha presentato una denuncia e gli agenti stanno cercando un uomo di nome Jetendra.

Tutti i media indiani hanno diffuso la notizia con grande rilievo. Commentando l'inarrestabile serie di aggressioni nei confronti di donne di tutte le età in India, il direttore per l'Asia meridionale di Human Rights Watch, Meenakshi Ganguly, ha ricordato che cinque anni fa il mortale stupro di gruppo su un autobus a New Delhi della studentessa Jyoti Singh Pandey «ha rotto il silenzio sulla violenza sessuale in India e ha portato a una serie di riforme del diritto penale su questa materia».

Secondo Ganguly «esistono quindi strumenti giuridici e sociali per intervenire, ma molto resta da fare affinché la polizia, i medici e i tribunali trattino le vittime con dignità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso