Front National
4 Novembre Nov 2017 1144 04 novembre 2017

Francia, denunce di molestie nel Front National

Lo scandalo divampato negli Usa col caso Weinstein dilaga anche in Europa. Nell'occhio del ciclone finisce il partito di Marine Le Pen: diverse donne rivelano di essere state vittime di aggressioni e minacce.

  • ...

Lo scandalo delle molestie sessuali sulle donne, scatenato negli Usa dal caso Weinstein, dilaga anche in Francia. Dopo attrici, medici, poliziotte e consulenti finanziarie, tocca ora a diverse donne del Front National, il partito di estrema destra capeggiato da Marine Le Pen.

IL FRONT NATIONAL RESTA IN SILENZIO. Secondo Le Monde, in edicola nel pomeriggio del 4 novembre, «diverse donne accusano in modo ricorrente di essere state vittime di aggressioni, molestie o minacce da parte di membri del Front National». La direzione del partito non ha per il momento voluto replicare.

L'inchiesta di Le Monde parte da un episodio del luglio 2016, quando una ex collaboratrice del partito denuncia mesi di minacce e ricatti da parte di un consigliere regionale, Axel Loustau. Interviene la polizia, ma il presidente del gruppo Fn in parlamento, Wallerand de Saint-Just, non dà peso alla vicenda. Loustau è un uomo di fiducia di Marine Le Pen, tesoriere del piccolo movimento della presidente del Fn, "Jeanne".

CULTO DELLA VIRILITÀ. Ma non è l'unica volta che fatti del genere sarebbero accaduti. Una consigliera regionale del Fm, Aurelie Vournet, ha denunciato l'ex amante, che l'avrebbe picchiata proprio dopo una seduta del partito. La Vournet avrebbe denunciato i fatti alla Le Pen, che avrebbe però risposto di rivolgersi alla giustizia. Nel partito, sostiene Le Monde, «il culto della virilità e l'indulgenza nei confronti di 'comportamenti gallici', secondo un'espressione utilizzata nei corridoi, può insabbiare comportamenti problematici».

NEL REGNO UNITO SI DIMETTE UN DEPUTATO. Nel Regno Unito, intanto, il deputato del partito conservatore britannico Charlie Elphicke, 46 anni, è stato sospeso dopo le «gravi accuse» a suo carico «che sono state sottoposte alla polizia». Lo ha comunicato il partito, mentre Elphicke, membro della commissione Tesoro dei Comuni, ha assicurato di non essere al corrente delle accuse, ha negato qualsiasi comportamento scorretto e si è lamentato del fatto che la stampa sia stata informata prima di lui della sua sospensione. Lo scandalo su presunti abusi sessuali ha coinvolto deputati di tutti i partiti nel Regno Unito e portato alle dimissioni del ministro della Difesa, Michael Fallon.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso