Atomica 160401180415
10 Gennaio Gen 2018 1118 10 gennaio 2018

Armi nucleari, il Guardian: «Trump vuole nuove testate a potenziale ridotto»

Secondo l'esperto di Obama Jon Wolfsthal, l'attuale presidente intende impiegarle sui missili Trident imbarcati a bordo dei sottomarini. Come deterrente contro la Russia nell'Europa dell'Est.

  • ...

L'amministrazione Trump vuole rendere più facile l'utilizzo delle armi nucleari nel proprio arsenale, ricorrendo alla creazione di testate a ridotto potenziale. La notizia è stata pubblicata dal quotidiano britannico The Guardian.

ATTIVISTI PREOCCUPATI. Il Pentagono starebbe valutando la proposta, che preoccupa molto gli attivisti contrari alla proliferazione atomica. Il Guardian cita come fonte Jon Wolfsthal, esperto di armi atomiche nella precedente amministrazione di Barack Obama.

TESTATE NUCLEARI SUI SOTTOMARINI. Stando alla ricostruzione di Wolfsthal, gli Stati Uniti punterebbero a inserire le nuove testate a potenziale ridotto sui missili Trident imbarcati a bordo dei sottomarini, come deterrente nei confronti della Russia nell'Europa dell'Est.

I POTERI DI TRUMP SOTTO OSSERVAZIONE. Uno dei maggiori timori riguarda la relativa facilità con cui il presidente Trump potrebbe ricorrere all'uso di questi ordigni nei suoi frequenti confronti con altri Paesi, ritenuti una minaccia per gli Stati Uniti (leggi anche: Armi nucleari, i poteri di Trump sotto la lente del Congresso).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso