7 Coinvolgimento Degli Usa In Un'altra Guerra
5 Febbraio Feb 2018 0820 05 febbraio 2018

Iraq, gli Usa ritirano le truppe che hanno combattuto l'Isis

Si tratta della prima riduzione di contingente dall'inizio della guerra contro il gruppo terroristico, iniziata più di tre anni fa.

  • ...

Le truppe americane della coalizione anti-Isis hanno cominciato a ritirarsi dal territorio dell'Iraq, dopo la sconfitta dello Stato islamico dichiarata nel 2017. Due funzionari di Baghdad hanno detto che è stato raggiunto un accordo in questo senso con le autorità locali. La notizia è stata confermata da alcuni contractor della base americana di Al-Asad, che hanno detto all'Associated Press di aver visto i militari iniziare a lasciare il Paese. Si tratta della prima riduzione di contingente dall'inizio della guerra contro il gruppo terroristico, oltre tre anni fa.

IL CONTRIBUTO AL FRONTE DI MOSUL. A Mosul, secondo fonti di stampa, nel marzo del 2017 c'erano almeno 500 soldati americani in appoggio alle truppe irachene. Forze speciali impiegate per operazioni dietro le linee nemiche, ma anche per individuare obiettivi da colpire ed eliminare i comandanti jihadisti. L'82esima divisione avio trasportata, la stessa che venne paracadutata in Normandia durante la Seconda guerra mondiale e che partecipò alla campagna d’Italia e alla battaglia delle Ardenne, ha schierato i suoi uomini al fronte.

COSA PREVEDE L'ACCORDO CON BAGHDAD. Un alto funzionario iracheno vicino al primo ministro Haider al-Abadi ha detto che il 60% di tutte le truppe americane attualmente presenti nel Paese sarà ritirato. L'accordo con Washington lascerebbe sul campo una forza di circa 4 mila soldati americani, per continuare ad addestrare l'esercito iracheno. Secondo un rapporto del Pentagono pubblicato lo scorso novembre, alla fine di settembre in Iraq c'erano ancora 8.892 soldati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso