Kim
7 Febbraio Feb 2018 1536 07 febbraio 2018

Kim Yo-jong, chi è la sorella e braccio destro del leader coreano

Quattro anni più giovane del leader, è considerata la regista della sua immagine pubblica e la responsabile della propaganda del Nord. Sarà a lei a rappresentare Pyongyang alla cerimonia di apertura dei Giochi.

  • ...

C'è anche Kim Yo-jong, la sorella minore del leader nordcoreano Kim Jong-un, nella delegazione di alto livello della Corea del Nord attesa il 9 febbraio alla cerimonia di apertura dell'Olimpiade di PyeongChang (leggi le cose da sapere). Il Nord ha già provveduto a informare il Sud della presenza di Kim, promossa a primo vice-direttore del dipartimento Propaganda e agitazione del partito dei Lavoratori.

SANZIONATA PER VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI. La donna, sanzionata per violazione dei diritti umanI, sarà la prima rappresentante della dinastia fondatrice nel Paese nemico. L'ufficio presidenziale sudcoreano ha accolto con favore la visita di Kim Yo-jong, ritenendo rifletta la volontà dello Stato eremita di ridurre le tensioni nella penisola. «Crediamo che la delegazione contenga il desiderio di celebrare i Giochi di PyeongChang e di ridurre le tensioni», ha detto il portavoce Kim Eui-kyeom, nel resoconto della Yonhap.

LA SUA MANO DIETRO L'IMMAGINE DI KIM. A detta di molti, sarebbe proprio lei la vera eminenza grigia dietro la costruzione dell'immagine pubblica del leader coreano. Di quattro anni più giovane del fratello, Kim Yo-jon è apparsa raramente in pubblico prima del 2010, quando è stata per la prima volta immortalata in occasione di una conferenza del partito dei Lavoratori. Negli anni è diventata progressivamente una presenza costante nell'entourage di Kim Jong-il fino alla morte del padre avvenuta nel dicembre 2011: il tutto malgrado non abbia ricevuto menzioni ufficiali sui media coreani fino al marzo 2014, quando ha affiancato Kim Jong-un durante le elezioni per l’assemblea suprema del popolo.

L'INFANZIA TRASCORSA IN SVIZZERA. Yo-jong e Kim, al contrario del fratellastro morto nel febbriao 2017, hanno la stessa madre: Ko Yong-hui, un' ex ballerina di origine giapponese. Secondo diverse fonti, la sorella minore del dittatore avrebbe frequentato le scuole primarie a Berna, in Svizzera, alla fine degli Anni 90, prima di studiare informatica alla prestigiosa Kim Il-sung university a Pyongyang. Secondo quanto ricostruito dal Guardian, un impiegato del collegio dove i fratelli abitavano ha rivelato che i due condividevano un residence privato durante gli anni della scuola ed erano sempre circondati da uomini della sicurezza.

LA PROMOZIONE DEL SUOCERO. Sposata con Choe Song, il figlio del vice-capo del partito dei Lavoratori, dall’inizio del 2015, Yo-jong ha datto alla luce il suo primo figlio nel maggio dello stesso anno. Con poca sorpresa, lo scorso ottobre, il suocero di Yo-jong è stato promosso all’interno della potente commissione militare del partito. Lei e altri ufficiali Nord coreani sono stati inseriti lo scorso gennaio all’interno della lista nera degli Stati Uniti «per gravi violazioni dei diritti umani»

SECONDA DONNA DEL PAESE. La promozione nel politburo dello scorso ottobre significa che il fratello si fida di lei ciecamente. Tanto da averla posta nella posizione di seconda donna più presente nella vita pubblica del Paese, dopo la moglie Ri Sol-ju. Yo-jong ha rimpiazzato all’interno del politburo un'altra donna della famiglia: la zia del leader, Kim Kyong-hui, che, dopo aver ricoperto un ruolo importante nella cerchia del padre di Kim, ora non ha più alcuna funzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso