Gaza: fonti, 363 manifestanti feriti
13 Aprile Apr 2018 1550 13 aprile 2018

Gaza, migliaia di manifestanti al confine con Israele

Non si ferma la Marcia per il Ritorno organizzata da Hamas. Un morto e centinaia di feriti, fra loro anche medici e giornalisti.

  • ...

Non si ferma la Marcia per il Ritorno organizzata da Hamas al confine tra Gaza e Israele. Il bilancio aggiornato degli incidenti odierni lungo la linea di demarcazione è di un morto e 968 palestinesi feriti o intossicati. Lo ha reso noto Ashraf al Qidra, il portavoce del ministero della Sanità a Gaza. Da parte sua Haaretz calcola che i palestinesi feriti dal fuoco dei militari siano oltre 163.

MANIFESTAZIONI FINO AL 15 MAGGIO. Come ogni anno, lo scorso 30 marzo i palestinesi hanno celebrato la Giornata della Terra, anniversario dell’espropriazione da parte del governo israeliano di terreni di proprietà araba in Cisgiordania, nel 1976. Ma quest'anno la mobilitazione ha preso la forma della Marcia per il Ritorno e durerà fino al 15 maggio, ovvero fino al giorno della Nakba (in arabo «catastrofe»), la dichiarazione d'indipendenza israeliana del 1948 che per i palestinesi coincide con l'inizio dell'esodo, perché molti di loro furono costretti ad abbandonare per sempre case e villaggi.

CHE COS'È LA MARCIA PER IL RITORNO. La Marcia per il Ritorno è stata organizzata creando cinque grandi campi di tende al confine con Israele, dotati di cucine da campo e servizi igienici. Hamas ha chiesto alla popolazione di trasferirsi là fino al 15 maggio. Da questi campi i civili palestinesi - uomini, donne, anziani e bambini - dovrebbero appunto marciare verso la barriera che divide Gaza da Israele, con l'intenzione di provare prima o poi a sfondarla per "tornare" in quelli che, 70 anni fa, erano ancora territori palestinesi.

ISRAELE EVOCA LA MINACCIA IRANIANA. Secondo l'esercito israeliano, tuttavia, «non bisogna lasciarsi ingannare dalla cortina fumogena e dai civili», perché «le cosiddette manifestazioni non sono altro che un tentativo di Hamas di terrorizzare Israele con l'appoggio dell'Iran», ha detto il portavoce Jonathan Conricus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso