Abu Mazen, 'Shoah colpa attività ebrei'
2 Maggio Mag 2018 1230 02 maggio 2018

«Gli ebrei provocarono la Shoah»: bufera su Abu Mazen

Il leader palestinese: «Comportamenti sociali come l'usura, le banche e cose del genere hanno causato l'olocausto». Netanyahu: «Patetico». Il ministro degli Esteri: «Antisemita».

  • ...

Abu Mazen si è espresso «in una maniera che può essere definita solo come antisemita e negazionista della Shoah». Lo ha detto il ministero degli Esteri israeliano sul discorso del presidente palestinese tenuto all'assemblea del Consiglio dell'Olp. Affermazioni che il ministero ha detto di respingere «con disgusto» e che «accusano gli ebrei del desiderio di distruggere se stessi». Dichiarazioni, ha continuato, che «usano stereotipi ed accuse proprie del lessico del classico antisemitismo».

«COMPORTAMENTI SOCIALI SBAGLIATI». Il presidente palestinese aveva detto la sera dell'1 maggio che «l'olocausto è stato causato da alcuni comportamenti sociali» tenuti dagli ebrei, come «l'usura, le banche e cose del genere». Fra i primi a commentare, il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, che ha detto che il leader palestinese è «antisemita e patetico». Abu Mazen ha pronunciato le frasi fatidiche durante il Consiglio palestinese, a Ramallah, in un discorso di 90 minuti trasmesso in diretta tivù. Il presidente dell'Olp ha negato che esista una relazione fra gli ebrei e la terra di Israele, definendo lo Stato ebraico un «prodotto coloniale» britannico. Abbas, secondo la Bbc, ha anche negato che gli ebrei di ceppo askenazita, quello diffuso in Europa orientale e Germania, siano semiti: gli askenazi, ha detto «non hanno alcun rapporto con i popoli semiti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso