Parigi: il terrorista era schedato
Aggiornato il 13 maggio 2018 12 Maggio Mag 2018 2157 12 maggio 2018

Parigi, accoltella passanti in centro. Ucciso dalla polizia

Un ceceno di 21 anni, Khamzat Azimov, ha aggredito con un coltello i passanti nel trafficato quartiere del teatro Opera uccidendo una persone e ferendone altre quattro. L'Isis ha poi rivendicato l'attacco.

  • ...

Un uomo ha aggredito con un coltello i passanti in pieno centro di Parigi intorno alle 21:00 del 12 maggio. I poliziotti hanno aperto il fuoco sull'assalitore, che ha perso la vita. Alcuni testimoni avrebbero sentito l'attentatore gridare "Allah Akbar". Secondo altri avrebbe detto: "Uccidetemi o vi ammazzo" Ma ancora non ci sono conferme ufficiali e il movente rimane sconosciuto. La polizia ha aperto un'indagine per atto terroristico.

2 MORTI, DIVERSI FERITI. Afp ha riportato numeri da fonti delle forze dell'ordine: due morti, compreso l'assalitore. Le Figarò ha parlato di cinque persone aggredite, di cui un morto e quattro feriti. In ogni caso almeno due sono stati portati d'urgenza in ospedale in condizioni critiche. Centinaia di persone sono state evacuate dall'area.

AUTORE DI ORIGINE CECENA. Ventiquattrore dopo fonti giudiziarie hanno fatto sapere che l'autore dell'attacco è era nato in Cecenia nel 1997 e che i genitori del 21enne sono stati messi sotto custodia della polizia. France 2 ha detto che il killer è stato identificato come Khamzat Azimov. Naturalizzato francese 2010 Azimov era incensurato ma era schedato "S" «per la sua vicinanza agli ambienti radicali islamici» e in particolare per essere in contatto con il marito di una donna partita per la Siria.

IMMAGINI E TESTIMONIANZE. I video diffusi su Twitter mostrano un fuggi fuggi generale. Il panico si è scatenato in tutta la zona dell'Opera, con gente che si rifugiava nei bistrot e si barricava all'interno per evitare che dall'esterno il pericolo potesse raggiungerli. In molti, per un riflesso ormai fatto proprio dai parigini, si sono gettati a terra, altri si sono nascosti sotto i tavoli dei caffè

RIVENDICAZIONE ISIS. L'agenzia di stampa Aamaq che fa capo a Daesh nella tarda serata di sabato ha scritto che l'assalitore era un soldato dello Stato islamico che rispondeva alla chiamata di attaccare i membri della coalizione Usa in Iraq e Siria. Non ha però fornito alcuna prova.

Passata la mezzanotte il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato che la Francia non cederà ai "nemici della libertà". Ed ha lodato l'azione della polizia che ha "neutrlizzato il terrorista". Su Twitter il ministro dell'interno Gérard Collomb aveva ricordato quasi immediatamente le vittime lodando anche lui la tempestività delle forze dell'ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso