Editoria e politica 18 Giugno Giu 2011 1519 18 giugno 2011

Brunetta: «Tagliamo i finanziamenti ai giornali»

Il ministro risponde all'inchiesta del Corsera sui costi della politica.

  • ...

Non pago delle sfuriate contro i precari, Renato Brunetta ha pensato bene di andare anche all'attacco dei giornali. Il ministro della pubblica Amministrazione, infatti, sembra non aver gradito affatto l'inchiesta del 18 giugno del Corriere della Sera sui costi della politica, nella quale il quotidiano di via Solferino spiega che per la politica la crisi economica non c'è, visto che i rimborsi elettorali sono aumentati del 1.110%. «Il termine costo della politica é generico, perché bisogna dire che anche il costo delle Regioni a Statuto speciale, come il Trentino Alto Adige, è molto alto. In realtà questa regione ha una finanza derivata molto ricca, ma sa anche usare bene le risorse che le derivano», ha detto commentando il servizio giornalistico. Poi ha aggiunto: «Devo dire che si fa molta retorica su questo. A me piacerebbe, per esempio, tagliare, i trasferimenti che lo Stato dà ai
giornali: 20-25 milioni di euro al 'Corriere della Sera'. Per carità, legittimamente per carta, abbonamenti, spese postali e così via. Però anche questi sono costi». «Forse che i giornali», si è chiesto il ministro, «hanno proprio necessariamente bisogno di questi trasferimenti da parte dello Stato?».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso