Vittorio Feltri 120614110545
POLITICA 14 Giugno Giu 2012 1843 14 giugno 2012

Vittorio Feltri in campo: sarà lui l'uomo del Cav

Ma la candidatura del giornalista è invisa ad Alfano e agli ex An.

  • ...

Vittorio Feltri.

Vittorio Feltri, editorialista di punta de Il Giornale, si è deciso a scendere in campo al fianco di Silvio Berlusconi dopo i sondaggi a lui favorevoli commissionati dallo stesso Cavaliere.
La sua però non sarà una discesa tranquilla, perché dentro il Pdl sta montando la rivolta. Non solo Angelino Alfano ma tutti gli ex An la considerano un vero tradimento contro la classe dirigente della partito. E nella serata di mercoledì 13 giugno, proprio per sbarrare la strada a Feltri, in una riunione infuocata è stato deciso che alle primarie possano partecipare solo gli iscritti da più di un anno al Pdl.
Una mossa volta a neutralizzare proprio la discesa in campo del giornalista.
LA SPINTA DI BRAMBILLA E RIZZOLI. A spingere Feltri a tentare l'avventura in politica sono state soprattutto due donne di cui il giornalista si fida, apprezzandone particolarmente le capacità organizzative e di relazioni: Michela Vittoria Brambilla e Melania Rizzoli.
Feltri, secondo Berlusconi, è un personaggio che potrebbe intercettare i voti non solo della borghesia ma anche e soprattutto dellla Lega in libera uscita. Nella stessa giornata Daniela Santanché, annunciando ai microfoni della Zanzara su Radio 24 la sua decisione di correre alle primarie del Pdl, aveva evocato la discesa in campo al suo fianco del giornalista. ''Mi giochero' un jolly sorprendente -ha detto- una matta come si dice quando si gioca a carte, una persona in carne ed ossa'.
SALLUSTI IN DIFFICOLTÀ. La sua candidatura, oltre che essere invisa ai notabili del Pdl, rischia di mettere in difficoltà Alessandro Sallusti alla direzione de Il Giornale. Sallusti, infatti, appoggerebbe incondizionatamente il collega, ma per questo dovrebbe scontrarsi con i vertici del partito.
Alla base della mossa del giornalista bergamasco anche la crisi in cui versa Il Giornale, alle prese come tutti i quotidiani con la drastica riduzione dei ricavi pubblicitari, cosa che costringerà l'editore Paolo Berlusconi a far calare ulteriormente la scure sui costi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati