Alba Dorata 121010100053
RAZZISMO 13 Ottobre Ott 2012 1810 13 ottobre 2012

Atene, i neo-nazi di Alba Dorata contro i gay

Nel mirino delle spedizioni anche immigrati e stranieri in Grecia.

  • ...

In tre anni Alba dorata è cresciuta dallo 0,4% al 6,97%.

Come le camicie grigie di Hitler in Germania, in Grecia i filo-nazisti di Alba Dorata da gruppo minoritario emarginato hanno ottenuto quasi 400 mila voti (18 deputati in Parlamento) alle ultime elezioni, cavalcando la frustrazione per la crisi economica.
Da allora i suoi squadristi sono impegnati in numerose e violente spedizioni punitive contro immigrati e gay, ad Atene e in altre città elleniche.
L'ultima azione risale alla sera del 12 ottobre, quando una 30ina di membri del partito, teste rasate e magliette nere aderenti, hanno impedito agli spettatori del teatro Hytirio della capitale, di assistere alla provocatoria commedia Corpus Christi, nella quale Gesù e gli apostoli venivano descritti come un gruppo di odierni omosessuali.
STOP ALLA «COMMEDIA BLASFEMA». I neonazisti hanno dato manforte a un gruppo di dimostranti ultra-ortodossi, già piazzati all'ingresso. «E' una commedia blasfema», ha gridato ai presenti un deputato di Alba Dorata. Contro gli attori sarebbero anche volate minacce e un altro parlamentare neo-nazista si sarebbe scagliato contro gli agenti che cercavano di arrestare un membro del partito.
Negli ultimi mesi, diversi stranieri hanno denunciato alle loro ambasciate di essere stati fermati per la strada da militanti di estrema destra, che li hanno obbligati a mostrare i documenti di identità.
Tra i controllati, c'è anche la nipote del generale greco Christodoulos Tsigantes, eroe storico della lotta greca contro i nazisti, con doppia cittadinanza ellenica e britannica. All'ambasciata di Londra, la donna ha denunciato di essere stata fermata e costretta a parlare in greco.
«LA GRECIA AI GRECI». Parole d'ordine del movimento di Alba dorata sono gli slogan «la Grecia ai greci» e «Via gli stranieri», con azioni chiaramente intimidatorie. Ma gli abusi contro immigrati e manifestanti non sarebbero solo imputabili al movimento neo-nazista.
Recentissima è anche la denuncia, riportata dal Guardian, di un gruppo di giovani antifascisti, arrestati dopo scontri con i membri di Alba Dorata e, secondo i loro legali, torturati nella sede del quartier generale della polizia di Atene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso