Matteo Renzi 140528200110
PARTITO
29 Maggio Mag 2014 1832 29 maggio 2014

Pd, con le serie tivù la rivoluzione culturale di Renzi

Il premier è fan di House of Cards e lo impone ai futuri dirigenti.

  • ...

Matteo Renzi.

La rivoluzione culturale di Renzi passa dalla tivù. In particolare dalle fiction americane. E rottama le Frattocchie, tempio dell'ortodossia comunista.
Per i futuri dirigenti del Pd, ora, è indispensabile imparare vizi e virtù della politica a stelle e strisce.
Accanto ai ''metodi tradizionali'' (seminari, convegni, workshop), Renzi ha lanciato l'idea di far entrare nel pacchetto formativo anche alcune serie tivù americane di argomento politico.
«IMPARARE DA UN RACCONTO È IMPORTANTE». «Lo so che qualcuno si metterà le mani nei capelli, ma anche imparare da un racconto è importante», ha spiegato il leader in direzione.
Ai tempi del partito comunista, i militanti più promettenti venivano spediti in una villetta al 21esimo chilometro dell'Appia, ai piedi dei Castelli Romani. Era stata donata al Pci dopo la guerra da un sostenitore, e da allora era stata utilizzata per formare (oggi si direbbe 'indottrinare') i militanti destinati a lavorare nelle sedi del partito ed entrare un domani nelle istituzioni.
FRATTOCCHIE CHIUSA NEL 1993. Lì, tra i vigneti dai quali si produce il vino Frascati a pochi chilometri dalla residenza estiva del Papa a Castel Gandolfo, i quadri più promettenti soggiornavano per periodi di studio in cui si riceveva l'abc dell'ideologia comunista: il programma (ultima sessione nel 1993, anno della chiusura) comprendeva le basi della dottrina marxista, i fondamenti della storia del partito e una spolverata di economia politica.
L'Istituto di studi comunisti Palmiro Togliatti, attivo dal 1950, formò più generazioni di fedeli funzionari pieni di certezze e poco propensi a farsi domande scomode sull'ideologia o sugli scontri sotterranei che il Pci era sempre riuscito a tenere nascosti ai suoi militanti.
ANCORA CONVEGNI E WORKSHOP. Ma ora è tutta un'altra cosa. Con Matteo Renzi è cambiato l'orizzonte culturale del partito erede del Pci (ma chi se ne ricorda più?), le Frattocchie sembrano altrettanto vetuste delle rovine romane tutto intorno l'area della via Appia. Per formare la nuova generazione di rottamatori, il segretario-premier ha altro in mente. Convegni e seminari non saranno mandati necessariamente in soffitta.
A RENZI PIACE HOUSE OF CARDS. Si sa, però, che Renzi e la sua cerchia sono entusiasti spettatori di House of cards, la fiction che ha per protagonista Kevin Spacey e che racconta le bassezze e gli intrighi del politico senza scrupoli Franck Underwood.
Ma per farsi un'idea dei meccanismi del potere c'è anche West Wing, la storica serie terminata nel 2006, in cui Martin Sheen mette in scena la difficile arte di essere presidente degli Stati Uniti raccontando la genesi delle decisioni che si prendono nello Studio Ovale.
Ma per l'aspirante funzionario del Pd non dovrebbe mancare nemmeno la discesa agli inferi di Boss, la serie che racconta le vicende di un corrottissimo sindaco di Chicago, che, per mantenere il potere, decide di tenere nascosta la sua gravissima malattia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso