Gaetano Quagliariello Ministro 130606150728
CRITICA 2 Luglio Lug 2014 1510 02 luglio 2014

Ncd: «No a competenze del Senato sul bilancio»

Quagliariello minaccia di non votare il ddl e incontra Boschi.

  • ...

Gaetano Quagliariello.

Il Nuovo centrodestra ha minacciato di non votare il disegno di legge sulle riforme se dovesse essere mantenuta o rafforzata la competenza del futuro Senato sul bilancio dello Stato e le Manovre di finanza pubblica.
Lo ha riferito ai cronisti Gaetano Quagliariello, che ha annunciato un incontro di una delegazione di Ncd con il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi su questo tema.
Gli emendamenti dei relatori presentano diversi elementi problematici sulla governance della Finanza pubblica. Un primo emendamento, di cui si è discusso in Commissione, e che riguarda il procedimento legislativo in generale, afferma che il bilancio e le Manovre di finanza pubblica approvati dalla Camera «sono esaminati dal Senato della Repubblica che può deliberare proposte di modificazione» entro 15 giorni. Se queste proposte di modifica sono approvate dal Senato a maggioranza assoluta, la Camera le potrà respingere «solo pronunciandosi nella votazione finale a maggioranza assoluta dei suoi componenti».
POTERI CRITICATI. Nel dibattito in Commissione Alessandro Maran (Scelta civica) e Francesco Palermo (Autonomie) avevano criticato questi poteri del futuro Senato, cu cui hanno presentato dei sub-emendamenti, come ha fatto anche Ncd. Ma a fronte di altri emendamenti che rafforzerebbero il potere del futuro Senato sulla finanza pubblica, i relatori, Anna Finocchiaro e Roberto Calderisi, hanno detto che in Aula potrebbero presentare ulteriori proposte di mediazione. «Siamo preoccupati», ha detto Quagliariello ai cronisti, «e chiederemo stasera rassicurazioni al ministro Boschi. Non possiamo passare da un bicameralismo perfetto a un bicameralismo rafforzato. Noi siamo fermi a un Senato che sia luogo di rappresentanza delle Regioni e delle autonomie. Se così è non gli si possono attribuire competenze che derivano dal rapporto fiduciario con il governo: e il bilancio e la finanza pubblica sono materie tipiche del rapporto fiduciario».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso