Matteo Renzi 140702142923
EUROLANDIA 2 Luglio Lug 2014 2047 02 luglio 2014

Renzi: «Salta nomina Juncker? Non credo»

Il premier: «No all'Ue maestrina che dà lezioni e bacchettate».

  • ...

Matteo Renzi.

Matteo Renzi ha provato a gettare acqua sul fuoco. «Non credo sarà rimesso tutto in discussione», ha detto il premier a Bruno Vespa che nell'anteprima di Porta a Porta gli aveva chiesto se rischiasse di saltare la nomina di Jean-Claude Juncker alla Commissione europea, dopo lo scontro col Ppe sulla flessibilità nei patti Ue.
IO PARLO CON MERKEL. Al capogruppo tedesco Manfred Weber che lo ha criticato, il premier ha risposto: «Questi importanti dirigenti di alcuni Paesi, in Italia vengono considerati la Bibbia, ma io faccio riferimento al rapporto con la Merkel, un rapporto buono in cui ci parliamo in modo chiaro, franco e nobile, come si dice».
Renzi ha quindi detto «no» all'idea dell'Europa che sia una «maestrina che dà lezioni e bacchettate sulle dita».
UE NON È BUEN RETIRO. E si è detto sicuro che «riusciremo come Italia a fare gioco di squadra, oggi ho visto un buon clima anche con i neoletti di M5s. Dobbiamo imparare a fare quello che fanno gli altri Paesi, portare avanti i nostri mentre fino ad oggi abbiamo pensato che Bruxelles fosse il 'buen retiro' di chi ha finito la carriera ma non è così».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso