Federica Mogherini Ministro 140704125846
POLEMICA 4 Luglio Lug 2014 0922 04 luglio 2014

Ue, Mogherini e Padoan: «Germania? Nessun problema»

«Con Berlino non c'è crisi, solo dibattito».

  • ...

Federica Mogherini, ministro degli Esteri, con il premier Matteo Renzi.

Federica Mogherini e Pier Carlo Padoan gettano acqua sul fuoco delle polemiche tra Italia e Germania.
All'indomani del botta e risposta tra la Bundesbank e Palazzo Chigi, coda di quello tra il capogruppo del Ppe Manfred Weber e il premier Matteo Renzi, il ministro degli Esteri ha dichiarato: «Non c'è una crisi diplomatica con Berlino, ma una discussione politica, che coinvolge anche altri Paesi, su come interpretare il patto di stabilità».
Sulla stessa lunghezza d'onda il ministro dell'Economia: «Non c'è nessun problema con la Germania. Ieri (3 luglio, ndr) ho avuto un lungo colloquio con il mio amico Schaeuble. Non c'è nessun problema».
FILO DIRETTO CON LA GERMANIA. L'Italia, ha spiegato Mogherini, «sta esercitando un peso europeo nuovo, che apre interessanti possibilità». L'importante è avere un «filo diretto» con Berlino.
«Bisogna uscire dall'idea di un'Italia e dei Paesi del Sud Europa contro quelli del Nord, abbiamo obiettivi comuni, si tratta di capire come condividere questa volontà».
BERLINO: «REMIAMO NELLA STESSA DIREZIONE». Alle parole di Mogherini e Padoan hanno fatto eco quelle di Steffen Seibert, portavoce del governo tedesco: «Non c'è differenza fra Italia e Germania. Remano nella stessa direzione», ha detto. «Vogliono entrambe che le istituzioni europee lavorino per gli interessi essenziali della gente, per le sfide essenziali dell'Ue, una di queste è il benessere dei cittadini che è perseguibile solo attraverso la competitività».
Quanto all'uscita di Jens Weidmann, numero uno della Bundesbank, Seibert ha tagliato corto: «Parla a nome di una banca che agisce in modo indipendente e dunque non commento le sue dichiarazioni».

Correlati

Potresti esserti perso