Autobus 130126195409
SERVIZI LOCALI 5 Luglio Lug 2014 1343 05 luglio 2014

«Trasporto pubblico fuori dal patto di stabilità»

Il viceministro Nencini annuncia le linee guide della riforma.

  • ...

Un autobus a Vicenza.

Il trasporto pubblico locale è destinato a uscire dal patto di stabilità. La novità è prevista nelle linee guide della riforma annunciate il 5 luglio dal viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini. «In campo do tutto per mio paese, mai con intenzione di ferire».
«Le linee generali», ha assicurato Nencini, «sono già state valutate dall'Anci e dalla conferenza delle Regioni e sottoposte all'attenzione di sindacati e associazioni di categoria». Bisogna «rispondere ai problemi strutturali che presenta il settore e lavorare per una riforma che cambi profondamente il sistema», ha detto Nencini.
UN'EVASIONE ECCEZIONALE. «La presenza di un alto numero di aziende, molte delle quali versano in stato di difficoltà, la scarsa virtuosità delle grandi imprese, un basso livello di efficienza e un'evasione eccezionale sono tra le cause più importanti dell'inefficienza del Tpl», ha affermato Nencini, che, tra le criticità del settore, cita anche la perdita costante di denaro nel sistema e servizi non sempre all'altezza dei bisogni del cittadino.
I RICAVI COPRONO SOLO IL 30%. I ricavi del trasporto pubblico locale coprono il 30% dei costi e i sussidi pubblici il 70%, rispetto alla media europea in cui la percentuale è del 50%. «Basta pensare che in Italia sono 16mila i chilometri per addetto rispetto ai 19.700 chilometri in Europa. Anche in Italia il gap è larghissimo: 17mila chilometri per addetto a Bologna, 9.500 a Napoli», ha osservato il vice ministro.
«I confronti ci sono stati e ci saranno ancora», ha affermato in conclusione Nencini, «ma su alcuni punti cardine della riforma non bisogna tornare indietro. Riformare il sistema di trasporto pubblico, e in fretta, è la priorità». «Sono stati censiti 500 milioni di evasione fiscale», ha dichiarato il numero uno dei socialisti, «È tempo di sacrifici e ognuno deve fare la propria parte. Una serie di sacche di privilegio non hanno più ragione di esistere».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso