Fiumeseveso 140708133801
EMERGENZA MALTEMPO 8 Luglio Lug 2014 1730 08 luglio 2014

Esondazione Seveso, Pisapia si scusa: «Risarciremo i danni»

Il sindaco: «Fatto il massimo». Salvini (Lega): «Cambi mestiere».

  • ...

Dopo l'esondazione, il fiume di polemiche politiche. Tra rimpallo di responsabilità e accuse incrociate.
Il Seveso è straripato paralizzando alcune zone di Milano.
E il sindaco Giuliano Pisapia è intervenuto per spiegare che il Comune «farà tutto quello che è necessario per risarcire i cittadini dai danni provocati».
Ringraziamenti per «tutti coloro che hanno lavorato e stanno ancora lavorando per limitare i disagi e riportare la situazione alla normalità, anche volontari».
«SE CI AVESSERO AVVISATI PRIMA...». Il Comune, secondo Pisapia, «ha fatto tutto il possibile. Chiedo scusa ai cittadini, ma se fossimo stati avvisati in tempo avremmo potuto evitare questa situazione».
Contro l'amministrazione di centrosinistra si è scagliato il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini: «Quando il Seveso allagava la città con la Moratti, per la sinistra era colpa del sindaco. Ora che c'è Pisapia, per la sinistra è colpa della Regione... sinistra senza vergogna, Pisapia cambia mestiere!».
GABRIELLI: «PISAPIA NON HA COLPE». In difesa del sindaco è intervenuto il capo della protezione civile, Franco Gabrielli: «Imputare a Giuliano Pisapia problematiche strutturali antiche è ingiusto», ha detto ai giornalisti.
«Mi dispiace che si faccia sempre questa polemica sulle previsioni. Il tema è essenzialmente strutturale e questa città ha la necessità di mettere mano al problema», ha aggiunto.
«Il Seveso è una criticità nota che si è aggravata a causa di un evento atmosferico importante, ma non catastrofico».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso