Referendum 140709142909
RIFORME 9 Luglio Lug 2014 1300 09 luglio 2014

Referendum, 800 mila firme per proporlo

Cambia anche il quorum. Giudizio preventivo della Consulta.

  • ...

Approvato emendamento in commisisone Affari costituzionali: diventano 800 mila le firme necessarie per proporre un referendum abrogativo.

Trecentomila firme in più. La commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato un emendamento al disegno di legge sulle riforme, che ha alzato a 800 mila il numero delle firme necessarie per proporre un referendum abrogativo, dalle attuali 500 mila. I relatori avevano inizialmente proposto un milione di firme.
GIUDIZIO DELLA CONSULTA. L'emendamento ha previsto anche un giudizio preventivo di ammissibilità sul quesito da parte della Corte costituzionale, una volta raggiunta la metà delle firme necessarie, e cioè quota 400 mila. Previsti anche dei limiti alle materie che possono essere oggetto di referendum: il quesito dovrà riguardare o un'intera legge, o un suo articolo, purché abbia un valore normativo autonomo. L'intento è escludere i cosiddetti 'referendum manipolativi', che abrogano cioè solo una singola parola o una singola parte di un articolo di una legge.
GIÙ IL QUORUM. Il quorum necessario per rendere valido un referendum abrogativo è stato invece abbassato. In base all'emendamento approvato, non è più necessaria la partecipazione della metà dei cittadini iscritti alle liste elettorali, bensì la metà di quelli che hanno votato alle ultime elezioni della Camera.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso