Vasco Errani Regione 121008194150
CONDANNATO 10 Luglio Lug 2014 1600 10 luglio 2014

Errani, dimissioni da commissario per il sisma

L'ex presidente lascia l'incarico per la ricostruzione dopo il terremoto.

  • ...

Vasco Errani.

Vasco Errani, presidente della Regione Emilia-Romagna che ha annunciato le dimissioni l'8 luglio dopo la condanna a un anno per la vicenda Terremerse, ha deciso di lasciare anche la carica di commissario alla ricostruzione per il sisma del 2012.
Spetta quindi al Governo stabilire a chi affidare l'incarico, e decidere se nominare un commissario a tempo (fino all'arrivo del nuovo presidente della Regione) o per un impegno pieno, che proseguirebbe il lavoro anche con la nuova amministrazione regionale.
DECADE CON LE DIMISSIONI. L'incarico da commissario alla ricostruzione per Errani decade automaticamente insieme alle dimissioni dalla presidenza della Regione, che restano comunque da formalizzare. Per lasciarlo, non c'è dunque bisogno di un diverso atto.
Se lui e il premier Matteo Renzi avessero concordato per un proseguimento dell'incarico, il Governo avrebbe potuto procedere con un nuovo atto di nomina ad personam per Errani al vertice della struttura commissariale, ma così sembra non essere: a quanto si è appreso sarebbe lo stesso Errani che ha declinato l'ipotesi di dividere il suo destino di presidente da quello di commissario, anche per evitare nuove polemiche.
MANCA SOLO UN PROVVEDIMENTO. Per quanto riguarda la ricostruzione dopo il terremoto in Emilia a mancare è solo un provvedimento per i beni culturali e pubblici, già sistematizzati quelli per i cittadini e le aziende. E per la seconda emergenza che ha colpito le stesse zone modenesi (l'alluvione del Secchia a gennaio) è previsto che la programmazione commissariale si concluda l'11 luglio con un'ordinanza per le imprese.
L'avvicendamento dunque non sarebbe traumatico come appare anche dalle dichiarazioni delle parti sociali, che lo hanno invitato a restare.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso