Luca Zaia 140605122431
FRATTURA 10 Luglio Lug 2014 1330 10 luglio 2014

Patto Salute, salta l'accordo con le Regioni

Zaia: «Modifiche dell'esecutivo che non possiamo accettare».

  • ...

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

Salta l'accordo tra Regioni e governo sul Patto per la salute.
I presidenti delle Regioni hanno accusato l'esecutivo di aver modificato il testo su cui giovedì 3 luglio si era raggiunta l'intesa.
«Il governo», ha spiegato Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, al termine della conferenza, «ha introdotto novità che non abbiamo mai visto e che non possiamo accettare. Quindi noi oggi abbiamo votato il nostro patto, quello concordato la settimana scorsa. Il resto lo rimandiamo al mittente all'unanimità. C'è un conflitto evidente tra il Mef e il ministero della Salute. Si mettano d'accordo».
Alle Regioni non resta quindi che andare alla Stato-Regioni con il testo del 3 luglio, chiedendo che venga approvato quello.
«MANTENERE IL PATTO CAMBIANDO BUDGET». Zaia ha poi spiegato che per come è scritta la nuova versione «sarà possibile mantenere il patto» con gli standard indicati «cambiando il budget».
Il presidente del Molise, Paolo di Laura Frattura, ha sottolineato: «Proponiamo al governo di approvare il testo condiviso giovedì scorso con il ministero della Salute e con il Mef perché nel testo trasmesso ieri sera troviamo 7 articoli non concordati. Se in futuro ci dovesse essere un taglio delle risorse la ripartizione va condivisa, non ci può essere un soggetto che taglia e assegna».
Un ulteriore nodo che emerge nella nuova versione, ha spiegato l'assessore alla Sanità della Liguria, Claudio Montaldo, riguarda la gestione del personale sanitario e del turnover. Montaldo è apparso comunque fiducioso: «Secondo me faremo l'intesa», ha dichiarato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso