Galan Arresto Mose 140714193221
MOSE 15 Luglio Lug 2014 0057 15 luglio 2014

Arresto Galan, rinviato il voto alla Camera

Accettata la richiesta del deputato dal collega di Forza Italia Baldelli.

  • ...

Il deputato di Forza Italia, Giancarlo Galan.

Il giorno del giudizio per Giancarlo Galan slitta da martedì 15 alla mattinata di giovedì 17 luglio.
Il deputato di Forza Italia ha infatti ottenuto il rinvio della votazione dell'Aula della Camera sulla richiesta di autorizzazione all'arresto, dopo che la giunta per l'Autorizzazione di Montecitorio s'è espressa a favore del provvedimento ai danni dell'ex governatore del Veneto, su cui pende una richiesta di arresto nell'inchiesta Mose,
RINVIATO IL VOTO. A decidere lo slittamento è stato il presidente di turno Simone Baldelli, deputato di Fi, che ha comunicato di aver concesso il rinvio a causa del ricovero in ospedale di Galan.
Il parlamentare del partito di Silvio Berlusconi è «in stato di ricovero ospedaliero, come documentato da certificato della competente azienda sanitaria, e quindi impossibilitato a intervenire alla seduta di martedì 15 luglio».
GALAN IN OSPEDALE. L'ex governatore si trova dalla serata di sabato 12 luglio ricoverato presso il Reparto di Cardiologia dell'Ospedale di Este in provincia di Padova.
Il deputato forzista ha avuto delle complicanze circolatorie a seguito della frattura della gamba subita a inizio luglio mentre stava compiendo dei lavori in giardino.
«Il ricovero», ha fatto sapere la direzione medica dell'Ulss 17, «si è reso necessario per procedere agli accertamenti e alla terapia connessi alle condizioni cliniche del paziente».
RICHIESTA ACCETTATA. Appresa la comunicazione della struttura sanitaria, la Camera non ha potuto far altro che rinviare la votazione, perché Galan è «impossibilitato a intervenire alla seduta, come sarebbe invece stato intenzionato a fare», ha fatto sapere Baldelli.
«Viste le motivazioni della richiesta, la presidenza ritiene di doverne tener conto nei limiti in cui ciò non comprometta l'esigenza di una tempestiva risposta della camera alla richiesta dell'autorità giudiziaria», ha concluso il presidente di turno di Montecitorio, che ha provveduto a informare i gruppi e ha accolto la richiesta in una logica di dare risposta in tempi brevi alla richiesta della magistratura veneziana.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso